BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

martedì 28 agosto 2012

Cesena - Sassuolo 0-3 1° giornata Serie B 2012/2013

Sintesi CESENA SASSUOLO 0-3 (Pavoletti 29', Terranova 61', Troiano 74')

RISULTATO FINALE: CESENA SASSUOLO 0-3
CESENA Sassuolo 0-3. Male, anzi malissimo: la prima rappresentazione della stagione 2012 - 2013 è ricca di stecche ed errori che hanno portato inevitabilmente alla sconfitta. Campedelli junior schiera dal 1' Comotto (i tifosi ringraziano...) sulla destra in difesa, Tabanelli al fianco di capitan Iori in mediana e in avanti viene riproposto il tandem Succi - Graffiedi. Romagnoli subito in palla, prima Gessa calcia fuori da azione d'angolo e poi tocca a D'Alessandro che spara al volo: palla vicino allo specchio. La squadra di De Francesco aumenta il ritmo con il passare dei minuti. A metà del primo tempo Gazzola sguscia sulla destra, appoggia per Troianello che mette in area la sfera, azione confusa e Ravaglia spazza. Verso la mezzora Iori prende palla a metà campo e tira in porta sorprendendo il portiere avversario Pomini, piazzato fuori dai pali, il pallone termina sulla traversa tra lo stupore dei 9 mila del Manuzzi. Subito dopo il Sassuolo passa in vantaggio: Longhi crossa, pallone lungo a sinistra per Troianello che rimette in mezzo, arriva Pavoletti che anticipa Caldirola e Ravaglia che esita sull'uscita. Cambio per gli emiliani: dentro Bianchi al posto dell'infortunato Valeri.
Il CESENA entra in bambola, gli esterni corrono a vuoto e gli attaccanti non vedono palla; intanto gli ospiti amministrano con i bravi Missiroli (giocatore che sarebbe titolare in almeno 10 compagini della massima serie) e Troianello. Sul finire di tempo i bianconeri hanno un sussulto: Rossi tira fuori da buona posizione su calcio d'angolo, successivamente Graffiedi di testa manda alto. Alla ripresa delle ostilità il Sassuolo si mostra ancora più compatto e non intenzionato a regalare speranze ai locali.
Comotto esce tra i fischi dopo 55' lasciando spazio a Meza Colli, Campedelli schiera Tabanelli sulla fascia destra di difesa. Troianello è inarrestabile, vede respinto un suo tiro dall'onnipresente Iori e viene steso da Rossi in area: rigore per il Sassuolo. Enorme il buco lasciato dallo stesso Tabanelli nel corso dell'azione. Rosso per l'ex Siena, Terranova va sul dischetto e calcia alla destra di Ravaglia che intuisce ma non respinge: 0 a 2 dopo un'ora di gioco. Il cavalluccio le prova tutte per acciuffare almeno il pareggio: fuori l'impalpabile Tabanelli per Favalli che va sulla sinistra, Gessa diviene terzino destro e Lapadula sostituisce D'Alessandro. Cambio anche per la squadra ospite, Berardi lascia il posto a Troiano. La partita è già chiusa, anzi no. Ok, Succi calcia fuori di poco ma arriva la terza rete del Sassuolo. Bella azione che manda in area Troiano, Caldirola lo manda a terra: giallo per il capitano dell'Under 21 e altro penalty. Questa volta calcia proprio Troiano che spiazza il numero 1 cesenate.
La gara finisce qui, giusto il tempo di vedere in campo Catellani (dato come uno dei protagonisti della stagione) ed un tiro di Lapadula fuori di pochissimo. L'arbitro fischia la fine, il CESENA perde il primo incontro stagionale, il contropiede visto contro il Crotone è solo un lontano ricordo e la difesa ha fatto davvero acqua. 4 giorni per completare la rosa e per riorganizzare le idee. Questa sconfitta deve essere uno stimolo per fare meglio da ora in poi, inutile piangersi addosso come l'anno passato.

PAGELLE - Diamo i numeri! [by Giunkolo]

Ravaglia 5: tardiva la sua reazione sulla prima rete subita, come spesso accade esita sull'uscita in area piccola. Intuisce il penalty di Terranova ma poco cambia. Non è il simbolo della sicurezza e i compagni ne risentono. GUARDIANO TIMIDO
Comotto 5: titolare alla prima giornata senza nemmeno un minuto disputato con i compagni in partite ufficiali o amichevoli, dopo 55 giri di lancette in affanno lascia il campo. Dire che non ci ha provato sarebbe una bugia (becca anche un'ammonizione), purtroppo il suo apporto è giunto fuori tempo massimo. TE NE VAI O NO?
Caldirola 5: una settimana fa partiva dietro il discontinuo Benalouane ed aveva i bagagli pronti per trasferirsi a Siena. Le strategie del mercato (ed anche la volontà del ragazzo di voler giocare) lo hanno fatto restare in Romagna. Pavoletti lo anticipa sul primo gol, gambe tremolanti da lì fino all'atterramento di Troiano in area per il penalty-bis ospite. Avesse un paio di anni in più avrebbe preso dal sottoscritto un bel 4. CATAPULTATO
Brandao 5,5: non malissimo il brasiliano ma quando becchi tre pere è spesso colpa dei centrali di difesa. Superman Troianello sorvola anche la sua zona, si fa prendere dal panico ed è sovrastato dagli altri attaccanti in maglia blu. NO, NON E' VON BERGEN
Rossi 5: se Brandao ha visto il mantello del supereroe del Sassuolo, Andrea Rossi (tutta questione di cognomi?) se lo trova davanti per un'ora. La fascia sinistra del Cesena è trafficata come un casello dell'A14 a Ferragosto, l'ex Siena non ne esce più. Rimedia un'espulsione atterrando lo stesso Troianello in area e regalando anche il primo rigore. ROSSI II
Gessa 6: molto fumoso ma almeno è uno dei pochi in grado di impensierire gli avversari. Cerca spesso (spesso? Sempre!) il fondo ma i suoi traversoni risultano imprecisi e poco invitanti per Graffiedi&Succi. Un passo indietro rispetto a 10 giorni fa. LINEA BIANCA
Tabanelli 5: parte benino, una mano a Iori e un'altra a coprire le scorribande di Gessa, tutto pare filare liscio. Qualche titubanza sul finire di primo tempo, Campedelli lo sposta a terzino destro e in quella zona lascia campo al Sassuolo per arrivare all'azione che decreterà il primo rigore ospite. Esce per Meza Colli, prestazione insufficiente ma con la scusante del doppio salto dalla C2 alla B. SENZA RETE
Iori 6,5: Ciaramitaro e Pestrin nello stesso corpo, nemmeno la mente di Tim Burton sarebbe in grado di creare un personaggio simile. Piedi delicati e aggressivi, è davvero un centrocampista di alto livello per la categoria. Centra la traversa da 50 metri, avesse segnato in quell'occasione alla rotonda dello stadio avrebbero sostituito la nuova statua raffigurante il cavalluccio con una a sua immagine e somiglianza. Lanci invitanti per i compagni e chiusure esemplari, il capitano non scherza. DUE FACCE
D'Alessandro 5,5: molto rapido con o senza palla, peccato non sfrutti questa dote a dovere. Prestazione dolce amara, una buona conclusione fuori di poco ma molti momenti di relax lungo il match. Nonostante queste pause chiude in riserva. Può diventare uno dei cardini della squadra, se ne renderà conto strada facendo. EVINRUDE
Succi 5,5: non riesce a trovare spazi nella retroguardia del Sassuolo, prova quindi a fare da sponda per i compagni. Peccato che anche il partner Graffiedi faccia praticamente lo stesso e che i centrocampisti non siano sempre pronti ad aiutarli. Utile contro il Crotone sui contropiedi, questa sera gli ospiti non hanno concesso molti spazi centrali per ripartire. ANCORATO
Graffiedi 5,5: voto fotocopia di Succi per l'ex Gubbio. Non ripete le buonissime prestazioni di Coppa e fa lo stesso lavoro dell'altro attaccante. Appare ancora un po' indietro di condizione, ora dovrà stare attento alla concorrenza con lo scalpitante Lapadula. SPECCHIO

Meza Colli 6: più di 30 minuti ad aiutare il buon Iori in mediana, nulla da ricordare ma nemmeno svarioni irrimediabili. Fermare Missiroli e soci non è roba da principianti. BAVAGLIO PULITO
Favalli 6: chiude la voragine aperta dal collega Rossi sulla sinistra, il suo ingresso avviene a match praticamente deciso. TAPPO
Lapadula 6: un tiro dai 25 metri fuori di pochi centimetri ed una punizione dalla stessa posizione che va a colpire la barriera. Un gol alla prima a Cesena non sarebbe stata un pessima idea, sarà per la prossima. PRESENTE

Campedelli 5: difficile spiegare la decisione di inserire l'odiato Comotto fin da subito, avrebbe potuto sacrificare Rossi o Favalli sulla fascia destra piuttosto che regalare un'ora scarsa ad un giocatore con la testa altrova e protagonista negativo della scorsa stagione. Tolto l'ex Toro, resta discutibile anche lo spostamento di Tabanelli verso quella zona di campo. Il mercato chiude tra poche ore, servono maggiori garanzie in difesa e un piccolo rinforzo per l'attacco. Una volta confezionata la rosa sarà possibile trovare una verà identità di gioco.

Curva Mare Cesena 6: partenza in quarta per il fulcro del tifo cesenate, buoni cori e battimani per il primo tempo. Il primo gol non smorza l'entusiasmo della Sud, ben piena almeno nella sua parte superiore. Le successive reti ospiti spengono lentamente la fiamma, nonostante ciò una prestazione da serie A.

Curva Ferrovia Sassuolo sv: un paio di macchinate dalla città in provincia di Modena, striscione "Sasol" e tutti seduti nel settore alto della curva ospite. Giusto esultanze per i goal e null'altro per i tifosi neroverdi, attendiamo il Novara per trovare un briciolo di spirito e passione dalla parte opposta.

La Gazzetta dello Sport - Cesena derby da incubo e il Sassuolo riparte
Corriere Romagna - Cesena suona già l'allarme
INTERVISTE POST PARTITA
Nicola Campedelli
"Siamo stati in partita fino al secondo gol del Sassuolo, poi ci siamo disuniti. Di occasioni ne abbiamo create anche in dieci, riuscendo a tenere testa ad una squadra forte e ben organizzata come il Sassuolo. Purtroppo non siamo stati bravi a trovare l'ultimo passaggio e a tirare in porta. Ovviamente bisogna lavorare, ma dal lato caratteriale la squadra mi è piaciuta. Di errori ne abbiamo commessi non lo nascondo, ma ora in testa abbiamo soltanto il Vicenza".

Danilo Pierini
Campedelli non si scoraggia: "Pericolosi anche in dieci"
"Dobbiamo perseguire su questa strada anche se non ci aspettavamo una vittoria così. "Il Cesena è esperto con giovani interessanti. Non è stato un problema della squadra, noi abbiamo dato maggiori intensità che ci ha aiutato sulle giocate, dopo il gol per loro è diventata difficile".


Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti