venerdì 6 luglio 2012

News Ac Cesena 06-07-12

La Voce - Antonioli e la corsa verso l'ultimo record
Qui Villa Silvia - È fissato allo Stadio Manuzzi alle ore 11:30 di sabato 7 luglio la partenza del Cesena Calcio per il ritiro ad Acquapartita in vista della stagione 2012/1013.
Ieri e nella giornata di oggi sono stati realizzati i test atletici che comprendono: valutazione antropometrica degli atleti, una fisica che riguarda massa e peso,  e uan valutazione sulla forza. Inoltre sono stati misurati e pesati gli atleti, tra i vari test anche la plicometria e il prelievo ematico sotto sforzo.

Ufficiale - Dal Bellaria Igea Marina arriva Bamonte, difensore classe '84 dove nella scorsa stagione ha totalizzato 34 presenze e 2 reti. Arriva a titolo definitivo con un contratto annuale

Ufficiale - L'A.C. Cesena comunica di essersi aggiudicata le prestazioni sportive dell'attaccante Davide Succi, che nella giornata di ieri ha sostenuto le visite mediche e i test atletici e domani sarà presentato alla stampa prima della partenza per il ritiro di Acquapartita. Attaccante classe '81, nelle ultime due stagioni ha raccolto 34 presenze e 16 reti con la maglia del Padova, arriva a titolo definitivo dall'U.S. Città di Palermo e con il Cavalluccio ha siglato un contratto biennale.

Ufficiale - L'attaccante Caio De Cenco finisce alla Reggiana, con la formula del prestito con diritto di riscatto. Classe '89, è stato riscattato dal Cesena dal Bellaria Igea Marina, dove ha militato nelle ultime due stagioni. Nel campionato 2011-12 ha realizzato 13 reti in 35 incontri, in quello precedente 6 gol in 18 match.

Ufficiale - Anche Roberto Guana saluta la compagnia del Cesena. Il forte mediano lascia il bianconero dopo appena una stagione e torna al Chievo Verona. Iori approda in riva al Savio come contro partita tecnica.

Notizie calciomercato. Confermato l'addio di Antonioli. Entro la settimana, Cesena e Pescara metteranno nero su bianco per lo scambio Colucci-Gessa. Arriva dalla Roma, il centrocampista classe '91 D'Alessandro. D'Alessandro con la maglia del Grosseto al Manuzzi, segnò al Cesena in un Cesena-Grosseto del 2009-10, che terminò col punteggio di 2-2.
Per il dopo Parolo si pensava a Troiano, secondo il Corriere dello Sport/Stadio, ma il direttore sportivo dei neroverdi Nereo Bonato ha fatto intendere che il club emiliano non intende privarsi di questo giocatore. Piacciono l'attaccante Luca Orlando della Paganese e il centrocampista Andrea Cristiano dell'Albinoleffe (Pro Vercelli e Varese non mollano). Su Guarna che ha richieste da Chievo, Cesena, Reggina e Padova c'è la volontà dell'Ascoli di trattenerlo.
La Voce di Romagna insiste per Ceccarelli in uscita: Cagliari e Atalanta, con l'aggiunta del Chievo Verona, lo cercano.

La lettera di ringraziamento esposta dal Sindaco Lucchi e pubblicata da tutti i giornali locali dopo l'addio di Parolo ed Antonioli.
"Tengo per me, tifoso sin dall'infanzia della nostra squadra, ciò che penso di giocatori, tecnici, arbitri, classifiche, anche perchè ritengo che ai cesenati interessi ben poco il mio giudizio personale, espresso con nessuna competenza e con sin troppa passione. Farò, me lo si permetta, un'eccezione, per salutare Francesco Antonioli e Marco Parolo. Entrambi, come ci hanno comunicato le pagine sportive odierne, lasceranno Cesena dopo alcuni anni di militanza in bianconero. Come tutti ricordo bene i tanti momenti nei quali, anche grazie alle loro prodezze sportive, ci siamo goduti promozioni e salvezze insperate e, per certi versi, anche illogiche, costruite sulla capacità tecnica ma anche sulla grinta, tutta romagnola, con la quale loro e gli altri calciatori, in questi anni ci hanno regalato molte gioie. In questo momento di addio temporaneo - tutto sportivo, naturalmente, poiché Antonioli è da anni un cesenate al 100% e non dispero che possa, prima o poi, diventarlo anche Parolo - il mio pensiero va però, più che ai due calciatori, ai due uomini. Francesco è, da molto tempo, il protagonista silenzioso di un approccio "non da divo" con la nostra città. Di questo lo voglio ringraziare, ben sapendo come sia sempre stato disponibile con tutti, mai raccontandolo ma regalando a tutti noi i momenti continui di dolcezza che gli sono propri. Di Marco, oltre alla simpatia, mi resta dentro la dedica successiva al gol nell'ultimo derby vittorioso in quel di Bologna: mentre noi tutti eravamo presi da un successo che, in quel momento, pareva rimettere in moto le speranze di un anno sportivo poi confermatosi disgraziato, lui ha scelto di dedicare la sua prodezza a Diego, un ragazzino amico di entrambi, che si sta difendendo da una malattia difficile. Dedicando il gol a Diego, Marco ha dimostrato di essere prima un uomo vero e poi anche un calciatore capace di grandi exploit. Oggi se ne vanno da Cesena due bravi calciatori ma, soprattutto, due persone di qualità assoluta: onore a quanto ci hanno dato sportivamente ma, soprattutto, a quanto ci hanno regalato come uomini, anche rendendosi sempre disponibili alle richieste del nostro bel mondo del volontariato."

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti