Qui Villa Silvia - Lo striscione apparso giovedì 10 novembre recitava così: "Indegni di vestire i nostri colori". Ieri a quanto detto dalle fonti locali (La Voce e Gazzetta dello Sport) la situazione è tornata alla normalità ed Arrigoni ha potuto sostenere la doppia seduta in tutta tranquillità. Assenti i nazionali Bogdani, Livaja e Von Bergen, mentre è rientrato Ghezzal che si è infortunato domenica a pochi minuti dall'avvio contro il Lecce. E' rimasto ancora a riposo Martinez, si è allenato a parte Malonga: entrambi rientreranno in gruppo martedì e saranno a disposizione per la sfida di Bologna. Sono di nuovo in gruppo, invece, capitan Colucci, reduce dall'intervento al menisco, e Martinho, che ha smaltito i postumi del trauma cranico-cervicale accusato in allenamento un mese fa. 

Ieri Marco Parolo ha parlato in conferenza stampa a Villa Silvia.
"La classifica è tragica, io non ci guardo da 2 mesi. Dobbiamo risollevare la testa tutti insieme e non affossarci. Col Lecce abbiamo sviluppato molto, moltissimi angoli ma infruttuosi, poi loro han segnato nel nostro momento migliore. L'ambiente a inizio campionato non pensava nemmeno alla salvezza ma a qualcosa di più ma io l'ho sempre saputo che quello doveva essere il nostro obiettivo.Non si è trovata mai la forza di seguire quello che diceva il Mister ad inizio campionato, in settimana provavamo schemi che alla domenica non riuscivamo a fare; il progetto era importante ma non siamo riusciti ad andare avanti, Chievo e Fiorentina i due più grossi rimpianti sino ad ora. Arrigoni sta provando a sbloccarci mentalmente, abbiamo due o tre idee ma conta liberare la testa dai pensieri negativi. Bene o male tutti abbiamo avuto almeno una occasione per segnare ma la palla ancora non è entrata. Dal Mister dobbiamo prendere il suo aspetto psicologico e la mentalità, altrimenti è un guaio. In questa settimana abbiamo bisogno di liberarci dalle scorie degli ultimi mesi e prepararci al derby come se fosse un'ultima chiamata perché sono convinto che nonostante tutto abbiamo le carte in regola per fare risultato ovunque."

Notizie calciomercato. A gennaio Steve Von Bergen lascerà il Cesena, sia che la squadra sia già in B o ancora in lotta per la salvezza. Il forte elvetico non intende rinnovare e potrebbe finire al Borussia Moenchengladbach, squadra allenata da un suo ex mentore. 
In entrata gli osservatori stanno visionando Antonio Donnarumma. Su di lui, ora al Gubbio, ci sarebbero anche Lecce, Siena, Torino e Grosseto. Il Milan però vorrebbe lasciarlo in prestito in Umbria sino a fine stagione. 
Conitnua ancora la telenovela Mutu - Milan. L'attaccante romeno a gennaio potrebbe essere la valida alternativa a Casssano, operato pochi giorni fa al cuore e rientrante solo a giugno. 

In Sport Week di sabato, nella rubrica L'UFFICIO DI GENE, Gnocchi commenta così l'addio di Giampaolo dalla panchina del Cesena.
Perché in tanti hanno rifiutato la Panchina del cesena?
In tanti hanno rifiutato la panchina del cesena per un motivo molto semplice: perché è esposta a Sud e quando viene il grecale dall’adriatico la investe una bolina furibonda e ti si riacutizza la cervicale.

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha