BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

sabato 24 settembre 2011

Highlights 5° Giornata Campionato 2011/2012 Milan 1 - Cesena 0

[nessun video disponibile per restrizioni lega serie A]
SCARICA LE FOTO DI MILAN - CESENA

RISULTATO FINALE: MILAN 1 - CESENA 0 [By iColas7]
MILAN - CESENA 1-0. Il Milan orfano di gran parte della sua squadra titolare ospita un CESENA incerottato dal punto di vista dei risultati, che viene dalla sconfitta interna contro la Lazio nel turno infrasettimanale. I bianconeri si presentano a Milano con un inedito 4-4-1-1, con Mutu punta centrale rifornito da Candreva dietro di lui e Martinez che parte largo sulla fascia destra. Pronti via, e i rossoneri passano subito in vantaggio al 5': sugli sviluppi di un corner battuto corto, Seedorf sorprende Ravaglia con uno splendido fendente che si insacca all'incrocio dei pali. E' l'1-0 del Diavolo, che non perdona un CESENA partito molto bene sotto il punto di vista del pressing e della grinta. Il Milan continua a macinare gioco, ma l'occasione più nitida si presenta sui piedi di Jorge Martinez, che da due passi al 20' non riesce a segnare dopo lo splendido cross di Candreva che aveva saltato secco Yepes. Al 20' viene ammonito Roberto Guana per fallo da dietro su Cassano e al 34' ammonito Taiwo entrato duro su Candreva. Al 45' però potrebbe esserci la svolta, ma l'arbitro decide di non sanzionare l'entrata a forbice dello stesso Taiwo su Guana. Nel secondo tempo incredibilmente Giampaolo sostituisce i due migliori elementi in campo, ovvero Martinez e Candreva, per far posto a Eder e Ghezzal. Il brasiliano si mette subito in mostra, grazie alla sua elevatà capacità di corsa, al 51', quando, dopo aver saltato secco Yepes, viene atterrato dallo stesso colombiano al limite dell'area di rigore. Al 62' il Milan potrebbe raddoppiare, dopo una splendida cavalcata di Cassano sulla fascia destra, ma il pallone messo in mezzo non viene sfruttato dal piccolo Faraone El Sharaawy. Al 76' Ravaglia respinge un tiro rasoterra di Cassano, mandando in angolo. A nulla sono valsi gli sforzi degli uomini di Giampaolo, che perdono così per la quarta volta di fila. Importante sarà caricare il gruppo in vista della partita di domenica contro il Chievo, vero spartiacque della stagione del Cavalluccio.

PAGELLE - Diamo i numeri! [by Giunkolo]

Ravaglia 6: fuori posizione sul tiro-cross di Seedorf che si insacca in rete; per il resto del match si fa trovare sempre pronto. Ottimo su El Shaarawy nel secondo tempo. DETTAGLIO RILEVANTE
Comotto 6: arriva a 10 cm dal realizzare uno spettacolare gol di tacco al volo. In fase difensiva soffre le scorribande dei piccoletti del Milan. AD UN TACCO DAL SOGNO
Von Bergen 5,5: spesso deve chiedere aiuto all'esordiente Rodriguez per spezzare adeguatamente le offensive rossonere. Prestazione sottotono, ad ogni modo non corre il rischio di perdere il posto da titolare. POSTO FISSO
Rodriguez 6,5: è davvero bravo il pelato proveniente dall'Uruguay. Manda ripetutamente Cassano in fuorigioco e, quando raramente gli avversari riescono a superarlo, se la cava con interventi da applausi. BUONA LA PRIMA
Rossi 6: dopo i disastri delle ultime uscite, Giampaolo lo schiera a sorpresa come terzino sinistro. Emanuelson e El Shaarawy lo puntano spesso ma l'ex Parma "tiene" bene la posizione. MEZZA SORPRESA
Martinez 6: sulla carta ala o esterno destro di centrocampo, in pratica lo si è visto spesso tornare indietro ad aiutare Comotto in fase di ripiegamento. Manca di poco l'appuntamento con il primo gol in bianconero (ottimo l'assist fornitogli da Candreva). SCOOTER
Guana 6: gestisce a dovere ogni pallone ricevuto dai compagni, in aggiunta fa notare la grinta. Si fa ammonire su una ripartenza pericolosa del Milan, giallo tattico giustissimo. TACCHETTI ROVENTI
Parolo 5: un tiro centrale bloccato facilmente da Abbiati nella ripresa. Stop. Tutto qui l'apporto del numero 18 nella partita contro il Milan. Da domenica prossima in poi è necessario ritrovare il miglior Parolo, altrimenti ciao salvezza. ALLA RICERCA DEL TALENTO PERDUTO
Martinho 6: comincia da esterno sinistro nel 4-2-3-1 / 4-5-1 e chiude come terzino fluidificante sotto richiesta del mister. Parte piano e si nasconde tra i centrocampisti avversari ma con il passare dei minuti viene fuori il carattere del brasiliano: deve continuare così. TUTTOFARE
Candreva 6,5: dal centro-destra attacca alla grande il centro-sinistra, roba da fare invidia a Berlusconi. Ogni pallone toccato fa tremare i difensori del Milan, serve passaggi invitanti a volontà ai compagni. Giampaolo decide ingiustamente di toglierlo nella ripresa. ATTACCO POLITICO
Mutu 5: pericoloso nel primo tempo, alcune sue conclusioni mettono in allerta la squadra di Allegri. Come da copione, nel secondo tempo si nasconde e rende il compito meno impegnativo a Thiago Silva e Yepes. OFFLINE
Eder 6,5: va a sostituire il miglior giocatore del Cesena nei primi 45 minuti, ovviamente la colpa non è sua. Insidia continuamente Zambrotta e Yepes, alla fine risulta pericoloso quanto Candreva. COPIA - INCOLLA
Ghezzal 6: riesce a non fare danni ed è già un punto a suo favore. Il periodo di apprendistato avrà termine quando riuscirà a capire che per vincere le partite è necessario cercare di tirare in porta. PICCOLI PASSI
Colucci sv: entra nel finale, garantisce maggior tasso tecnico rispetto a Rossi.

Giampaolo 5,5: non malaccio l'idea di coprirsi maggiormente con un 4-5-1. Inspiegabile il cambio di Candreva ma fortunatamente Eder ha saputo rendersi pericoloso quanto il compagno. Ancora qualche piccola incertezza nel reparto arretrato ma si sono visti piccoli segnali di miglioramento. All'appello mancano ancora il miglior Parolo, un briciolo di continuità da parte di Mutu e i tiri in porta, mai abbastanza per provare a pareggiare un match partito subito in salita.

Curva Sud Milan 6,5: un match così poco importante è ben visto da quasi 40000. Cori e grida non mancano. Il Milan solleva la classifica anche grazie a loro.

Curva Mare Cesena 6: in 500 a San Siro tra i tesserati, buon numero anche se gli ultras vengono fermati in autostrada sulla A1 dalle forze dell'ordine.


INTERVISTE POST PARTITA
Mister Marco Giampaolo
"Lo zero in classifica pesa, ma la squadra lotta per muovere la classifica e sono sicuro che possa infilare una serie di buoni risultati. La squadra per disattenzioni ed episodi sfavorevoli non riesce a fare punti pur giocando bene. La classifica è pesante, ma penso che abbiamo la forza per risalire perché la squadra non è rassegnata. I ragazzi hanno dato tutto e non posso rimproverargli nulla. Abbiamo ancora giocatori non ancora al 100% e dopo tre gare in sette giorni un po' di fatica si è fatta sentire. Il presidente ha fatto i complimenti per la partita e ha spronato i ragazzi a continuare così, giocando a testa alta contro tutte le avversarie. Dobbiamo migliorare ed aggiustare qualcosa, non solo a livello tattico."

Mister Massimiliano Allegri
"Oggi c'era un po' di stanchezza, ma dovevamo e potevamo chiudere prima la partita, perché il Cesena nel finale poteva anche pareggiare. In alcuni casi siamo stati un po' leziosi e abbiamo regalato troppi palloni al Cesena. Stasera centrocampisti ed attaccanti hanno fatto bene il pressing aiutando la difesa a soffrire meno, credo che questa sia la forza del Milan dello scorso anno e spero lo sarà anche in questo. Questa sera è un dato buono non aver preso gol."

Thiago Silva
"E' una vittoria importantissima, anche se raggiunta con molte difficoltà. Adesso inizia il nostro campionato e vogliamo onorarlo al meglio vincendolo nuovamente. In difesa oggi siamo andati bene e sono contento quando non prendiamo gol. Lavoro duramente per questo e per migliorarmi. Quest'anno con il Milan voglio vincere sia lo scudetto che la Champions League. La cosa più bella è vincere e a me giocare per giocare non mi piace."

Martins Eder
"Quando si hanno zero punti ci sono sempre dei dubbi. Ma noi siamo tranquilli perché giochiamo bene e mettiamo tanto impegno anche contro avversarie di altro livello che giocano per lo scudetto e non per la salvezza, come Lazio, Napoli e Milan. La società ed il tecnico ci danno fiducia e stanno cercando di darci una nuova mentalità improntata sul gioco offensivo che alla fine pagherà."

Igor Campedelli
"Abbiamo subìto un eurogol da Seedorf, poi ci siamo assestati. E bisogna anche riconoscere che è stata accusata la fatica della terza partita in una settimana. Dopo una gara del genere non posso che incitare i giocatori a dare sempre il massimo, senza cadere nell'errore di un profilo dimesso. Dobbiamo migliorare, certo, ma sono convinto che questi ragazzi non sono rassegnati, stanno solo vivendo un momento di difficoltà. Hanno dato tutto, non posso rimproverarli di nulla."

Steve Von Bergen
"L'episodio del falla di Taiwo? Avete visto tutti come è andata, non ci sono parole. Abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutti."

Martinho
"Anche il fallo di Yepes su Eder meritava il rosso diretto ma l'arbitro non ha preso posizione."

Nicola Ravaglia
"Il gol di Seedorf? E' stato bravo lui a sorprenderci mentre la squadra stava risalendo dal calcio d'angolo, io ero nella posizione giusta. E' stato fortunato ma è un campione, ha telecomandato la palla sotto la traversa.
Giannoccaro è stato decisivo in almeno due occasioni, senza contare che in due partite ci han fischiato 2 rigori contro ed oggi le due ammonizioni pesanti per Taiwo e Yepes non sono arrivate."

3 commenti:

  1. non son d'accordo su von bergen e mutu, un mezzo voto in più l'avrei dato. Avrei tolto anche mezzo voto a Martinho. Bene Rodriguez, Rossi e Candreva, senza contare Eder.

    RispondiElimina
  2. Sul voto di Mutu sono stato indeciso. Ho valutato che uno come lui dovrebbe guidare i compagni, che siano assist, passaggi, tiri o dribbling non conta. E' innegabile che non abbiamo ancora visto la parte migliore di lui. Von Bergen l'ho visto leggermente spaesato, probabilmente la verve di Rodriguez ha nascosto quanto ha fatto di buono. Martinho era partito maluccio ma si è ripreso piano piano, non è un fenomeno e non è un titolare, potrà trovare minuti importanti dalla pancahina.

    RispondiElimina
  3. Io invece sono d'accordissimo su Mutu: purtroppo è stato inguardabile sotto ogni punto di vista,speriamo si riprenda presto e venga messo in una posizione a lui congeniale per il bene di tutti ;)

    RispondiElimina

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti