martedì 28 giugno 2011

News Ac Cesena 28-06-11

Notizie calciomercato. Durante la messa in onda su Sportitalia del programma "Calciomercato" Alfredo Pedullà ha individuato un nuovo possibile colpo dell'era Campdelli. Si tratta di Kozak della Lazio che giungerebbe nell'operazione per portare nella città capitolina Marco Parolo. Il mediano bianconero però vale 8milioni € ed è stato accostato ieri al Cagliari di Cellino anche se poi ha smentito la notizia per l'alto costo del cartellino. Di seconda fascia, ma non per importanza, continuano le trattative per trattenere Luis Antonio Jimenez al Cesena. Infatti il giornalista conferma che la sitauzione è sul punto di essere conclusa con la Ternana. Il fantasista cileno deciderà in due giorni se tornare in bianconero.
La Gazzetta dello Sport cotinua sull'indiscrezione di Cutolo (Crotone) che lo vorrebbe sia il Cesena che il Lecce. Inoltre restano in ballo anche numerose altre tattative: Santana (Fiorentina) e Candreva
(Parma), domani ci sarà l’incontro per chiudere con Guana (Palermo).
Tra oggi e domani ufficializzazioni per il giovane attaccante Livaja e per Caldirola, ex Vitesse, in arrivo in comproprietà nell’affare Nagatomo.
Torna in discussione nuovamente la permanenza di Marco Parolo. Cellino ci sta pensando e potrebbe cedere Davide Biondini come contropartita tecnica. Eventualmente la Lazio sarebbe pronta ad acquistarlo concedendo l'arrivo di Pasquale Foggia in Romagna.
Problemi per il trasferimento dalla Dinamo Bucarest per Alexe secondo il Corriere dello Sport/ Stadio: i suoi procuratori smentiscono la trattativa dell'imminente arrivo in Corso Sozzi.
Il futuro di Nicola Legrottaglie è diviso tra Siena, Cesena e Novara ma non si esclude la fine della carriera negli Emirati Arabi.

La F.I.S.S.C. (Federazione Italiana Sostenitori Squadre Calcio) ha eletto per il prossimo triennio il nuovo Consiglio Direttivo Nazionale, tra cui figura anche Roberto Checchia, da un anno presidente del Coordinamento Clubs Cesena.
Questi gli altri eletti: Fagnani Ivano (Chievo), Infantino Dario (Udinese), Lotito Francesco ( Roma), Mucciarelli Eleonora (Empoli), Munafò Giuseppe (Milan), Pasini Pierantonio (Treviso), Passaretti Saverio (Napoli), Primieri Maurizio (Perugia), Ricciato Antonio (Lecce), Sala Fausto (Inter), Sposito Mario (Salernitana) e Terzo Marisa (Vicenza). Presidente Onorario della Federazione è stato confermato Marino Moro (Triestina) .
Da questa stagione quindi la FISSC siederà al tavolo con i massimi rappresentanti degli organi sportivi e di Governo per la decisione in merito ai fatti della tifoseria e della sicurezza per le persone che seguiranno la propria squadra sia in casa che in trasferta.

Il Cesena Calcio annuncia l'elenco completo della sue compartecipazioni.

AMBROGETTI ALESSIO: trasferito definitivamente al Como
DE CENCO CAIO: rinnovo compartecipazione al Bellaria
DJURIC MILAN: rinnovo compartecipazione al Parma
FERRETTI ANDREA: trasferito definitivamente al Pavia
NESCA ERIK: trasferito definitivamente al Bellaria
PETTI ALESSIO: rientra al Cesena, liquidato il Bellaria
REGINI VASCO: rinnovo compartecipazione con la Sampdoria
RIGHINI LUCA: rinnovo compartecipazione col Vicenza
ROSSI GIOVANNI: rinnovo compartecipazione con la Spal
ROSSINI ANDREA: rientra al Cesena, liquidato il Foligno
TONUCCI DENIS: rinnovo compartecipazione col Vicenza
CANINI MANUEL: rinnovo compartecipazione con l'Inter
PAROLO MARCO: rimane al Cesena, liquidato il Chievo Verona
MALONGA DOMINIQUE: rimane al Cesena, liquidato il Torino
EVANGELISTI MATTIA: rinnovo compartecipazione col Vicenza
GALLUPPO ALBERTO: rinnovo compartecipazione al Parma
TULLI GIACOMO: rinnovo compartecipazione col Vicenza

Sul Resto del Carlino di oggi un'intervista molto pesante di Gabriele Paonessa in cui illustra il suo cattivo rapporto con l'ex allenatore Massimo Ficcadenti.
"Sono stato messo da parte senza motivo. Trattato quasi come un appestato. Minotti mi aveva voluto, a Parma avevo svolto un buon ritiro estivo e la proposta di venire a Cesena mi era piaciuta. Ero arrivato carico e consapevole che non sarei stato titolare, ma convinto di poter dire la mia. Invece è stato un incubo fin dall’inizio. Il mister non mi considerava, un giorno gli ho chiesto il motivo e mi disse che non mi vedeva bene, che per la squadra non ero positivo. Io accetto le scelte tecniche, ma Ficcadenti mi ha emarginato senza darmi neanche una chance. Appena arrivato mi ha detto ‘Non ti conosco’ e non ha nemmeno voluto vedermi giocare. Sono stato trattato come un ragazzino di 15 anni e nessuno mi ha mai difeso. Campedelli, che è un presidente giovane e lo stimo molto, mi ha detto che era il mister a decidere e così mi ha detto pure Minotti. Io non ho avuto problemi con nessuno, non mi permetterei proprio, sono giovane e pieno di voglia di imparare, ma Ficcadenti non mi ha voluto insegnare niente. Nemmeno in Coppa mi ha convocato. Per non parlare della partita con la Lazio… avevamo tanti infortunati e squalificati, ma piuttosto che dare un’occasione e me preferì pescare dalla primavera. Ci sono rimasto malissimo. I miei compagni? Nel calcio alla fine ognuno pensa per sé, si parla tanto di gruppo ma alla fine è l’interesse personale che prevale. Comunque nello spogliatoio tutti mi volevano bene, il problema è che Ficcadenti ha dato poco spazio ai giovani. A gennaio mi disse che era meglio se me ne fossi andato, mi sarei accasato volentieri a Verona ma purtroppo non si è trovato l’accordo. Così sono rimasto completamente emarginato, a volte nemmeno coinvolto nelle partitelle. Ho perso un anno ma non mi abbatto, Bologna e Parma hanno rinnovato la comproprietà e andrò in ritiro coi Ducali, poi magari in B. ho vissuto una brutta esperienza, ma porterò con me un bel ricordo di Cesena, la città è bellissima, il tifo è caldo e il Manuzzi è super. Ci tenevo a giocarci almeno una volta…"

Luca Mancini parla degli aspetti economici legati alla società della Spa Cesena. Infatti a giugno scade il primo semestre dell'anno e quindi bisogna pensare a versare le imposte e gli stipendi per essere a norma. Queste infatti sono le regole base per l'iscrizione in massima serie.
"Una cessione importante c’è comunque stata, quella di Nagatomo all’Inter, che per noi è stato un affare di importanza storica. Giugno è servito per risolvere questioni tecniche di mercato come le comproprietà di Parolo e Malonga, poi nelle prossime settimane il mercato entrerà nel vivo. A livello di cifre se la gioca con Rizzitelli alla Roma (10 miliardi di lire) e Graffiedi al Milan (14 miliardi, poi convertiti per motivi fisici in una comproprietà da 7). Ma come rapporto qualità-prezzo l’impatto di Yuto non ha paragoni: dopo 4 mesi a Cesena è stato venduto alla fine del girone d’andata, con il Cesena che ha incassato 2 milioni a gennaio e 6 in giugno (di cui 1.5 come valore delle comproprietà di Caldirola e Livaja). In più, il valore effettivo di Nagatomo verrà quantificato dopo le prossime due stagioni, con una serie di bonus legati al rendimento che porteranno il Cesena ad incassare un altro gruzzolo dai 2 ai 4 milioni. Dunque nella peggiore delle ipotesi la cessione di Nagatomo porterà entro il 2013 circa 10 milioni. Una grande operazione. Chiuderemo il bilancio in pareggio, un’altra bella vittoria di questa stagione in serie A. Un anno fa di questi tempi, chiudemmo i conti con 41.000 euro di attivo, con Cesena e Catania che furono le uniche squadre della massima serie a presentarsi al via con il saldo attivo. Il termine per saldare la mensilità di aprile con relativi contributi era il 24 giugno, che a Cesena è giorno festivo, quindi abbiamo provveduto a onorare queste scadenze giovedì 23. Erano operazioni doverose per iscriversi al campionato e di conseguenza non potevamo certo esimerci dal compierle.
Riguardo al mercato, ci stiamo muovendo come al solito, secondo le nostre possibilità è la prima regola. E’ inutile incassare 10 se poi spendi 12: è un concetto che abbiamo sempre ben chiaro in testa. Noi vogliamo costruire una squadra competitiva, ma ci stiamo muovendo con criterio. I numeri degli ultimi due bilanci sono lì a dimostrarlo ed è su questa strada che vogliamo continuare ad impostare la nostra politica."

2 commenti:

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti