BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio

lunedì 23 maggio 2011

VIDEO 38° giornata SERIE A 2010/2011 - Genoa 3 - Cesena 2

RISULTATO FINALE: GENOA 3 - CESENA 2
Genoa CESENA 3-2. Allo stadio Marassi di Genova va in scena la 38° e ultima giornata di Serie A,che vede in campo Genoa e CESENA. All'inizio della gara Bogdani ha l'occasione di portare in vantaggio i bianconeri,ma spara addosso a Perin dopo il duello fisico vinto con Criscito. Al 5° arriva però il vantaggio del Grifone: gran gol di Floro Flores,che sblocca il risultato con un destro terrificante che trafigge Calderoni sul secondo palo,dopo che lo stesso portiere aveva respinto una conclusione prcedente dello stesso attaccante. Dopo numerevoli sfottò che piovono dagli spalti del Marassi nei confronti della Sampdoria,il Genoa si regala il bis con lo stesso Floro Flores,che sfrutta l'assist di Palacio:difesa molto ballerina del CESENA e Calderoni non può nulla. Al 19° escono per infortunio Dellafiore e Dainelli,ed entrano Pellegrino e Kaladze. Al 21° lo stadio ammutolisce:i rossoblu 'piangono' la retrocessione dei cugini della Samp,issando in gradinata nord una B gigante. Al 45° Palacio mette la parola fine all'incontro: salta il portiere del CESENA e insacca la sfera: 3-0 e tutti negli spogliatoi. All'inizio del secondo tempo,Bogdani sigla il gol della bandiera su calcio di rigore concesso dall'arbitro Nasca per fallo in area del giovane Perin. La ripresa è molto blanda:viene riaccesa solo al 40° da Luis Jimenez,che mette a segno il suo nono gol stagionale su assist di Malonga. La partita però finisce così,3-2 per i rossoblu. A fine gara i bianconeri festeggiano comunque sotto la propria curva una grandissima stagione e salutano i propri tifosi,addirittura in 500 che hanno seguito l'ultimo match del CESENA.

Commento (by Giunkolo)

Partita ininfluente ai fini della classifica, ambedue le squadre hanno fretta di raggiungere i propri cari per andare in vacanza. Unica soddifazione quella di aver terminato il campionato davanti al Bologna. In questo match di fine stagione da notare la grinta mostrata da Alex Calderoni (alla seconda presenza assoluta in campionato con la nostra maglia) e da Nico Gorobsov. Per il resto nessun particolare impegno mostrato dal resto dalla squadra salvo per le due azioni dei gol cesenati. Malonga dalla panca ha fatto capire alla dirigenza che vuole continuare a vestire questi colori, infatti l'impegno da parte del francese non e' mancato, vedi l'assist per il 2 a 3 per Jimenez. Inutile lamentarsi delle dormite di Dellafiore e Felipe sui gol subiti, nessuno dei due fara' parte della rosa della prossima stagione. Ora riposo per tutti, ci rivediamo alla fine dell'estate con un nuovo allenatore ed una nuova rosa!

PAGELLONE (by Giunkolo)

Niente voti, queste partite sono valide solo per la statistica e non per l'esito di un campionato.
Tra qualche giorno avrete una personalissima pagella di tutta la rosa, allenatore e dirigenza compresa. Stay tuned!


Le interviste post partita.
Massimo Ficcadenti
"Ci tenevo molto a finire bene, conquistando un risultato positivo. Purtroppo non è stato possibile. Capisco che si siano visti cali di tensione nei miei ragazzi, dopo una settimana passata a festeggiare. Ci sta pure che proprio l’avvenuta salvezza abbia tolto un briciolo di concentrazione in qualche giocatore. E’ naturale, umano, dopo un galoppo di tre mesi che ci ha portati alla salvezza. Non posso quindi addebitare nulla ai miei se non comprendere che, a obiettivo raggiunto, ci possa essere un briciolo di deconcentrazione, soprattutto nel primo tempo."

Luis Jimenez
"Per adesso andrò in nazionale per il ritiro per la Coppa America. Questa convocazione è stata per me il modo migliore per concludere una stagione molto positiva. Erano quattro anni che non arrivava la convocazione, anche se per un periodo ero io a chiedere di non essere convocato. Anche per questa convocazione voglio ringraziare tutti i miei compagni, il mister, la società e tutti i tifosi del Cesena, perché questo per me è stato un anno molto bello. Il Cesena mi ha dato l'opportunità di mettermi in mostra e trovare quella continuità che mi mancava da un po' di tempo.
Il Cesena ha il diritto di riscatto fino al 30 giugno, io so che il presidente ci sta lavorando ma sappiamo tutti che non è facile parlare con la Ternana. Vedremo come andrà a finire. Mi rendo conto che sette milioni sono tanti ma anche l'anno scorso la Ternana aveva rifiutato tutte le offerte che aveva ricevuto e poi alla fine il Campedelli è stato bravo a chiudere la trattativa e a portarmi qua. Quindi non mi sento di escludere niente. Io quest'anno sono stato benissimo qui a Cesena, in pochi credevano che saremmo riusciti a fare un'impresa del genere: se dovessi essere qua anche il prossimo anno darei il 100% per migliorare ancora perché sono sicuro che il presidente investirà per fare una squadra ancora più forte di quella di quest'anno. Oggi il rigore l'ho lasciato calciare a Bogdani perchè lui ci teneva moltissimo a segnare oggi, poi ho segnato anch'io ed è andata bene comunque: il mio obiettivo, quest'anno non era quello di raggiungere un certo numero di gol ma di salvare il Cesena."

Emanuele Giaccherini
"Questa partita per noi non era facile perché veniamo da una settimana di festeggiamenti e la concentrazione non era chiaramente quella ideale, se poi ci mettiamo anche che il Genoa è una grande squadra allora non è difficile spiegare il risultato. Però diciamo che nel secondo tempo siamo riusciti a riprendere un po' il risultato e alla fine un 3-2 in casa del Genoa è un risultato che ci può stare."

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti