BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

domenica 3 aprile 2011

VIDEO 31° giornata SERIE A 2010/2011 - Cesena 2 - Fiorentina 2


RISULTATO FINALE: CESENA 2 - FIORENTINA 2
CESENA Fiorentina 2-2. Al Manuzzi torna il calcio, dopo la pausa per la Nazionale ed il clima è davvero caldo in tutti i sensi. Finalmente il sole è alto e le temperature si avvicinano a quelle estive, così da favorire anche la presenza di pubblico. Gli ospiti divisi tra parte superiore ed inferiore della Ferrovia sono numerosi e colorati tutti di viola (si parla anche oltre 2000 presenti).
Match tutto sommato equilibrato e bello da vedere con buone occasioni da entrambe le parti. In vantaggio partono subito i bianconeri di Ficcadenti con gol su punzione di Luis Jimenez al 18'. Così dall'angolo dell'area di rigore Jimenez calcia bene verso il secondo palo, Felipe taglia davanti a Boruc togliendogli la visuale e il portiere viola non può nulla quando si vede sbucare davanti agli occhi il pallone. Bel gol, anche però con repsonsabilità della difesa viola. Tutto cambia al 34' col pareggio di Gilardino: Vargas dalla sinistra crossa bene e tutto solo o quasi, persi Von Bergen e Felipe, Gilardino insacca sotto le gambe di Antonioli un po' sfortunato. In ogni caso nel corso della partita ha salvato il risultato in almeno due occasioni. Primo tempo così concluso. Nel secondo tempo tira e molla con squadre ben piazzate in campo ma al 70' sembra la brutta scena di un film già visto, il vantaggio della Fiorentina. Ancora Vargas crossa per il solito Gilardino, sacatenato oggi, che controlla sul primo palo: tocco per Santana che a sua volta serve Montolivo il quale al limite dell'area conclude di precisione sul palo lontano ed Antonioli non può nulla. La fine è vicina ma il CESENA non molla e agguanta il meritato pareggio con l'autogol di Gamberini su tiro di Caserta (87'). Questa volta non c'entra Pellegrino come in altre occasioni!! Erroraccio di Mutu sulla trequarti: Malonga recupera, attacca l'area, serve Caserta che calcia dal limite: sembra un tiro facilissimo per Boruc, ma davanti a lui spunta Gamberini che devia la traiettoria della sfera mettendo dentro la sua stessa porta! Il CESENA prova l'ultimo assalto prima con Parolo e poi la megaoccasione di Bogdani che di testa in area davanti a Boruc effettua un colpo centrale col portiere già in volo che respinge sul secondo palo con i pugni. Incredibile!! Forse sarebbe stato troppo, ma questa volta il CESENA se l'è cavata e i risultati si sono visti.

Commento (by Giunkolo)

Il Cesena torna terzultimo nonostante il pareggio rimediato in casa contro la Fiorentina. Incapace di gestire il vantaggio iniziale di Jimenez si fa raggiungere dal gol di Gilardino con la infelice partecipazione di Antonioli. Viola che passano in vantaggio con Montolivo nella ripresa ma che gioca con il classico “braccino corto”, poco pericolosa davanti alla porta avversaria e chiusa tutta indietro. I Dei del calcio non approvano e permettono a Caserta di segnare il gol del definitvo 2 a 2. Gli uomini di Mihajlovic parevano in gran forma nelle ultime partite disputate: gli ospiti non sono parsi una squadra da Europa League, al Manuzzi quest’anno si è visto di meglio. La truppa di mister Ficcadenti ha fatto il suo dovere, nonostante la posizione in classifica non si è mostrata timorosa davanti ad un team che meriterebbe – per nome e tasso tecnico della rosa – ben altra sorte a fine campionato. Poco da dire sulla gestione del match: i nostri non hanno mai perso la strada maestra, possesso palla ben riuscito e un discreto numero di occasioni in avanti, tempismo perfetto e scelta degli uomini giusta per quanto riguarda le sostituzioni. Per sfortuna nostra Brescia e Lecce hanno vinto, possiamo sorridere pensando a domenica 10 aprile quando andremo al Barbera per sfidare un Palermo in piena crisi.

PAGELLONE (by Giunkolo)

Antonioli 5,5: alcuni interventi da applausi, vedi le parate su Vargas, Mutu e Natali. Erroraccio sul pareggio viola, Gilardino spara addosso al portiere che fa passare la sfera tra le gambe. Incolpevole sul bel gol di Montolivo. APRI E CHIUDI
Ceccarelli 5,5: nella sua corsia viaggia un Vargas da 400 cavalli che spara cross, tira e corre senza fermarsi. Luca da Gambettola fatica a stargli dietro. DEPOTENZIATO
Von Bergen 5,5: troppa libertà per Gilardino e Mutu. Di solito è lui la guida davanti ad Antonioli, oggi ha ceduto la carica a Felipe. GIU’ DAL TRONO
Felipe 6: non male la partita del brasiliano. Conosce bene i movimenti dei suoi ex compagni ed interviene bene in chiusura. Farebbe comodo il prossimo anno, peccato abbia un valore di mercato spropositato per il conto in banca di Campedelli. CONTRATTO A TERMINE
Santon 6: è forte e non è una novità. Spesso sale con i tempi giusti, sa come muoversi e i suoi piedi non sono affatto male. Ha il problema della discontinuità, prima ne salta tre in velocità e nell’azione successiva perde palla come un ragazzino. Serve maggiore concentrazione ma la sostanza non manca. TAKE it EASY
Sammarco 6,5: parte titolare e raccoglie applausi. Cerca sempre di sporcare il pallone in fase di non possesso e ci mette l’anima, proprio come piace ai vecchietti della gradinata. PROMOSSO
Colucci 6: dopo la crisi invernale ha ripreso a viaggiare con il ritmo giusto. I centrocampisti avversari sono duri a morire ma il capitano non si abbatte. Quando riuscirà a centrare la porta da fuori area senza farsi rimpallare il tiro saremo a cavallo. SPARTITO RITROVATO
Parolo 5,5: un commento che ho sentito a fine partita è stato: “Adesso ti sei montato la testa”. Non è vero, Marco non ha giocato una brutta partita ma ha sofferto nel finale. A corto di fiato e di idee ha chiuso in calando. Un turno di riposo non sarebbe un’eresia, Sammarco o Caserta possono sostituirlo egregiamente. GOMME SGONFIE
Jimenez 6,5: gol dell’ex per il cileno, la sua punizione passa in mezzo all’area beffando il polacco Boruc. Per il resto del match si muove dietro la linea offensiva guidando alla sua maniera le avanzate dei compagni. PIEDINO CALDO
Giaccherini 5: o è stanco (come tutti ci auguriamo) o ha dimenticato come si dribbla l’avversario. Si muove tanto e bene ma con la palla tra i piedi la percentuale di palloni persi è a livelli d’emergenza. Urge un check-up, ora e subito. SPIA ACCESA
Malonga 6: manca solo il gol, mi accodo al pensiero generale del popolo bianconero. Lo vedi fare l’ariete e due secondi dopo si propone all’esterno per giocare di sponda. Mimmo da qui al 22 maggio servirà come il pane. DOVE LO METTI STA
Rosina 6,5: il pelato entra al posto dello spento Giaccherini e accende le lampadine giuste. Prende palla sulla propria trequarti e guida i movimenti in attacco. Bravo e poco sprecone, anche lui da qui alla trasferta di Genova sarà uno dei protagonisti. ROSINALDO
Bogdani 5,5: per carità, tutti gli vogliamo bene. Entra in campo e si mette a disposizione della squadra per acciuffare il pareggio. Un suo gol è annullato per fuorigioco ma comunque Erjon non demorde. Poi arriva l’occasione di poter vincere l’incontro ma spara addosso a Boruc. Sfortunato l’albanese o bravo il portiere? Nel dubbio dico che doveva fare gol, no way. COLPO MANCATO
Caserta 7: entra per Sammarco e riesce a segnare la rete del pareggio con l’aiutino involontario di Gamberini. Il gol è comunque tutto suo, non ci sono scuse. Tenace come sempre, approfitta delle paure dei viola per portare a casa un punto in classifica. MISSION COMPLETED

Ficcadenti 6: Malonga dal 1’ non ha deluso e i cambi nel secondo tempo gli riescono ottimamente. Qualche brivido di troppo dietro ma le colpe sono da imputare ai giocatori. L’importante è non guardare troppo la classifica e non fare inutili calcoli domenica per domenica. Cesena non è Bologna, non abbiamo necessità di creare tabelle per salvarci.

Curva Mare 6,5: buona presenza e tanti cori, di sicuro però in calo dopo il 1-2... In ogni caso il tifo si riprendere e riesplode trascinando la squadra quasi alla vittoria. Come richiesto dal volantino delle Wsb81 nel pre gara, oggi almeno si è stati uniti. Bandieroni, bandierini, sciarpate e fumogeni sempre presenti.

Curva Ferrovia Fiorentina 6,5: il viola domina come colore e spicca bene, buonissima affluenza e bella tifoseria per quanto fatto vedere oggi. Molti due aste, bandierine ed anche canti. Anche loro però sino al vantaggio erano un po' spenti... In ogni caso pareggio anche sugli spalti.


Le interviste post partita.

Massimo Ficcadenti
"Siamo stati bravi a reagire dopo il loro secondo gol e abbiamo raggiunto meritatamente il pari. Boruc ha fatto una grande parata all’ultimo minuto, è stata una bella partita. Campionato incredibile, da giocare fino in fondo. Noi giochiamo sempre per vincere, ma contro alcune squadre devi pensare anche ad ottenere punti pesanti. Chi ha visto la partita, ha visto grande impegno da parte nostra. Santon? E’ 91, è un ragazzo giovanissimo, qualità fisiche importanti. Naturalmente non è facile riconfermarsi a certi livelli, ma qui a Cesena ci sta riuscendo bene."

Sinisa Mihajlovic
"Siamo andati in svantaggio, abbiamo avuto la forza di reagire. Sul 2-1 dovevamo sfruttare meglio le ripartenze. Non l'abbiamo fatto, poi in Serie A ci sta di prendere gol. Abbiamo preso un palo, una traversa, ma non siamo riusciti a chiudere la partita. Non è la prima volta che andiamo in vantaggio e ci accontentiamo un po'. A Cesena non è mai facile giocare, come pareggio poteva anche starci, ma c'è il rammarico perché è un'occasione persa. Ci sono ancora sette partite, non molliamo nulla. Andiamo avanti per la nostra strada. D'Agostino? E' un calciatore importante per noi, ma sicuramente in questo periodo sta trovando meno spazio perché abbiamo trovato la quadratura con altri calciatori".

Fabio Caserta
"E' stato bravo Malonga: il tiro non era irresistibile, mi ha aiutato una deviazione, ma sono contento perché ci ho creduto fino alla fine e perché cercavo il gol da tanto tempo. La nostra forza è il gruppo, crediamo nella salvezza, abbiamo fatto un punto importante contro una grande squadra."

Alberto Gilardino
"Eravamo consapevoli di quanto fosse difficile la partita di oggi, ma siamo riusciti a rimetterla in sesto. Adesso proveremo a vincere. A chi dedico il gol? A mia figlia, nata dieci giorni fa."

Riccardo Montolivo
"Abbiamo voglia di dimostrare anche domenica che siamo in grado di vincere, abbiamo dimostrato di saper vincere anche senza Mutu, lui ci dà qualcosa in più ma siamo abituati. Il ruolo? Io mi metto a disposizione dell’allenatore, preferisco giocare in una posizione più centrale, ma sono a disposizione. È più il rammarico di non aver vinto la partita rispetto al gol segnato. La fidanzata in tribuna? La faremo venire più spesso… Abbiamo dimostrato di essere in salute, giochiamo contro la prima della classe, speriamo di poter riaprire il campionato. In occasione del 2-2 Adrian ha sbagliato, ma abbiamo sbagliato tutti. Il contratto? Ancora l’appuntamento con Della Valle non è fissato, ma ci vedremo spesso. In questi mesi non è cambiato niente, decideremo tutti insieme alla fine del campionato."

Sandro Mencucci
"Prima di venire a Cesena penso che un pareggio lo potevamo firmare, prendere un gol a 4 minuti dal termine è un peccato. Vediamo se riusciremo a raggiungere un posto importante, ci credo ancora perché ci sono 7 gare. Vediamo dopo Milan e Juve dove siamo. Mutu? Ci sarà Ibra, non ci sarà Mutu, sarà più bello poter vincere come dice il mio vicepresidente. Il suo è stato un errore in occasione del 2-2, ma ho visto una squadra ben messa in campo. Abbiamo avuto le nostre occasioni, poi alla fine abbiamo rischiato di perdere. I tifosi? Li ringrazio, hanno fatto un grande tifo."

Cesare Natali
"Partita sfortunata, il mio primo colpo di testa è stato tale, grande Antonioli. Avevamo in pungo la partita, si doveva gestire meglio la palla ed il vantaggio, si poteva evitare. Ed anche sfortuna perchè il tiro di Caserta era debole, non ci appelliamo alla sfortuna, la Fiorentina non può e non deve farlo. Questo pareggio pesa perchè avevamo in pugno la partita, c'è rammarico. Cerchiamo di fare più punti possibile. Il Milan? Lo affrontiamo con grandi motivazioni. L'ammonizione di Mutu? La sua assenza peserà. L'Europa? Continuiamo a crederci.."

Condividi


Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti