Dopo il riposo dei giorni scorsi, nella giornata di ieri si è registrato l'esordio in allenamento, seppur blando, di Igor Budan. Infatti, come anticipato ieri dal Presidente Campedelli, novità assoluta, l'attaccante croato si è finalmente integrato agli altri membri della squadra e parteciperà d'ora in avanti alle sedute giornaliere in attesa del pieno recupero. Al posto di Rodriguez, al debutto in A con la Juventus, si è aggregato l'altro attaccante della Primavera, Ferri.
Nella giornata di oggi, la prima squadra sosterrà una doppia seduta di allenamento, orfana però dei nazionali Von Bergen, Fatic e Tachtsidis.
Domani invece il gruppo sosterrà il solito test settimanale in un'amichevole a San Mauro Pascoli contro la Sammaurese, squadra che milita nel campionato di Promozione.

Luis Jimenez si trova di fronte ancora al suo passato, infatti con Delio Rossi alla Lazio ha avuto rapporti difficili. Commenta così la sfida di domenica con il Palermo.
"Si con lui non mi sono lasciato bene. Alcune situazioni non mi sono piaciute, ma capisco anche che un tecnico possa avere le proprie idee, sono comunque rimasto perplesso della situazione perché con lui avevo parlato in prima persona e sembrava che dovessi restare ma poi non è andata così. Se andrei a Palermo con Delio Rossi? Si, certo. Non sono uno che se la prende. Sono cose che fanno parte del calcio, io mi sono comportato bene e non ho mai nascosto nulla, poi ogni volta che torno a Firenze, a Roma e così via posso sempre guardare in faccia tutti, magari la gente se la prende perché non sa come sono andate certe cose, però, per esempio, anche Della Valle l'altra volta mi ha fatto i complimenti e ciò vuol dire che ho lasciato un buon ricordo. Al di là di questa vicenda andremo in campo comunque per vincere, abbiamo bisogno di punti e visto che giochiamo in casa dobbiamo fare bene. Se giochiamo con un po' di cattiveria possiamo fare bene anche contro il Palermo. So che avranno degli assenti, ma indipendentemente da chi c'è davanti il Palermo è forte. Se non c'è Pinilla c'è Miccoli oppure Maccarone.
Sia Caserta che Budan, così come altre persone come Guidolin o Luca Toni, mi parlano sempre bene di Palermo: mi dicono che si vive bene e che la gente dà una grande carica. Non c'è una persona che conosco che parla male di Palermo e del Palermo".

Forse presto arriverà il debutto nell'Under 21 italiana per Marco Tattini.
"Spero proprio di esserci e di poter debuttare sarebbe un sogno, speriamo bene, di solito nelle amichevoli c'è spazio per tutti. Com'è Ferrara? si pone con noi giocatori come lo vedi in televisione, una persona pacata, educata e che non alza mai la voce. Insomma non è certo un urlatore come Bisoli, un allenatore che ho apprezzato lo scorso anno e che non si merita certo quello che gli è capitato a Cagliari. Se ho sentito qualcuno da Cesena? mi ha fatto i complimenti Treossi".

Su ordine dell'Osservatorio Nazionale per le manifestazioni sportive, la società bianconera sta vagliano insieme alle forze dell'ordine una predisposizione dei tifosi ospiti (tesserati e non) in Curva Ferrovia. Per ora si sta pensando di dividere la parte inferiore con la superiore. Finalmente si sta facendo qualcosa per risolvere i problemi di ordine sugli spalti. Nonostante questo già da gennaio, probabilmente le trasferte saranno per i soli tesserati.

Il 28 novembre, per Bari - Cesena, l'attaccante Barreto non sarà disponibile nella formazione di Ventura.

Notizie calciomercato. Continua l'interessamento per Behrami (West Ham) e Okaka (Roma). L'attaccante sicuramente andrà in prestito a gennaio per trovare più spazio ma la concorrenza del Bari e di numerose squadre inglese rendono difficile il lavoro degli uomini di Campedelli per portare la punta a Cesena. Invece per l'esterno svizzero oltre alla Roma, anche la Juventus pare interessata al suo acquisto.

Rino Foschi interviene dopo le parole di ieri su un quotidiano siciliano.
"Spero che i miei concittadini non si offendano. Il mio dna è cesenate, con il Cesena sono diventato quello che sono, ma domenica tiferò per il Palermo. Il Cesena deve tanto al Palermo, io e Zamparini abbiamo aiutato i bianconeri in mille modi. Penso a quando gli abbiamo dato Rinaudo, Pestrin, Ciaramitaro. Se il Cesena adesso è in A è anche grazie a quello che ha fatto Zamparini negli anni passati. Senza di lui probabilmente questa squadra sarebbe finita in C2".

Sono in vendita anche i biglietti della Curva Ferrovia (settore destianto ai tifosi palermitani) dello stadio "Dino Manuzzi" di Cesena per la gara Cesena-Palermo in programma domenica 21 novembre alle ore 15.00.
I tagliandi si possono acquistare, al prezzo di 20 euro (+2€ di prevendita), fino alle ore 19 di sabato presso i seguenti punti vendita di Palermo:

- Via Principe di Scalea 23/25
- Via Giuseppe Pitrè 87/A
- Via Ammiraglio Gravina 65
- Via Mariano Accardo 13
- Via San Lorenzo Colli 267
- Via Principe di Paternò 184

Per l'acquisto dei biglietti del settore ospiti è necessario presentarsi al punto vendita con la Goal Member (ioppure la ricevuta della richiesta di sottoscrizione) o l’abbonamento per la stagione 2010/2011 in corso.

Ivan Franceschini, l'anno scorso al Cesena, commenta il mancato rinnovo in un'intervista.
"Per me non è un momento semplice. Non mi aspettavo di ritrovarmi oggi ancora senza squadra. E' un momento difficile, ma andiamo avanti stringendo i denti. Capisco che c'è una situazione economica difficile e sono disposto a ridurmi l'ingaggio".

Deluso dal comportamento del Cesena?
"Si, mi sono trovato benissimo lì lo scorso anno. Avevo un'opzione per questa stagione ma non è stata esercitata".

Parliamo di Bisoli, tuo allenatore nella passata stagione. Che pensi del suo esonero?
"Mi spiace, per me è un ottimo allenatore. La stima nei suoi confronti non muta dopo questo esonero. Nella scorsa stagione con noi ha fatto benissimo, è uno degli artefici della risalita in Serie A. Ha pagato i risultati, ma resta un tecnico valido e preparato. Quella di Cagliari è una piccola parentesi negativa, ma si rifarà la prossima stagione".

Cosa ha dato a te nel passato campionato?
"E' capace di creare un gruppo coeso. Io ho avuto tanti allenatori, ma lui è tra i più bravi. Lo scorso anno il gruppo era unito e tutti lo seguivamo.

Giuseppe Colucci, oggi in sala stampa a Villa Silvia, parla della prossima sfida contro il Palermo.
"In questo inizio di campionato credo siano emersi i valori della nostra squadra anche nei momenti più dolorosi di sconfitta. Sappiamo di far parte di una squadra che deve lottare per salvarsi. Una vittoria sarebbe sicuramente importantissima. Penso che il Palermo sia una squadra in salute con una rosa importante. L'approccio con il nostro pubblico è però unico e predominante. Il Palermo ha tanti giocatori di qualità, Javier Pastore fra tutti; dobbiamo per questo essere bravi e intelligenti a saper pungere in attacco. Siamo arrivati spesso durante queste gare davanti alla porta: l'importante oggi, per tutti noi, è restare sereni e lavorare a favore della parte offensiva".

Intervista a Lorenzo Minotti ad uno sito online di Palermo per la sfida di domenica al Manuzzi

Allora direttore, partiamo dal Palermo. Come giudica complessivamente questa prima parte della stagione dei rosanero di Delio Rossi?
"Ma io direi che il Palermo sta facendo un campionato secondo me buono, nel senso che, rapportato alla politica e agli obiettivi che si è dato io credo che stia facendo bene indubbiamente. E’ logico che quando si sceglie di impostare una squadra cercando di valorizzare tanti giovani e di dar spazio a giocatori che magari hanno un po’ meno esperienza ci possono essere degli alti e bassi ecco. Poi soprattutto per il discorso di dover gestire partite infrasettimanali come l’Europa League ci vuole una certa abitudine e una certa capacità di gestione e quindi qualche difficoltà era preventivabile però tutto sommato mi sembra che le cose stiano andando bene anche perché si stanno così proponendo alla ribalta dei giocatori importanti che possono essere delle risorse incredibili per il Palermo, soprattutto i ragazzi giovani che sono alle prime armi".

Se potesse togliere qualcuno alla compagine siciliana, chi toglierebbe?
"Mah io credo che toglierei Fabrizio Miccoli perché è un giocatore che secondo me è un po’ l’anima di questa squadra e sicuramente fino ad adesso non è stato protagonista; quindi non vorrei che, siccome lo diventerà da qui a poco, lo diventasse domenica contro il Cesena(sorride Minotti ndr)".

Per concludere, che partita sarà al Dino Manuzzi?
"Direi che il Palermo è una squadra che gioca a calcio, noi siamo una squadra che giochiamo a calcio quindi secondo me dovrebbe essere una partita sicuramente interessante e piacevole per chi ama questo sport. Dal punto di vista del risultato a mio avviso è una partita un po’ diciamo imprevedibile perché se il Palermo sfodera una prestazione importante e i suoi campioni giocano al massimo credo che per noi sarà dura. E’ altresì vero però, come dicevo prima, il Palermo magari è una squadra che può avere degli alti e bassi quindi magari se non è in giornata possiamo sperare di far risultato. Questo è quello che ci auguriamo perché sappiamo che sulla carta sicuramente loro sono più forti di noi".

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha