L'addio della città ad Edmeo Lugaresi

La camera ardente di Edmeo Lugaresti rimarrà aperta aperta dalle 09.00 alle 14.00 di oggi. Poi alle 15.00 inizieranno i funerali presso la Cattedrale di San Giovanni Battista. Saranno presenti molti ex allenatori, l'attuale squadra, ex giocatori, ex dirigenti, la nuova società, il Sindaco Lucchi e tutti i tifosi che lo amavano.
Sulle colonne della Gazzetta dello sport (5° pagina), Milan, Inter e Juventus ricordano e celebrano le onoranze funebri per il Presidente Onorario Edmeo Lugaresi.

 
Marcello Lippi ricorda Edmeo Lugaresi.


Giorgio Lugaresi, Igor Campedelli ed altre personalità dell'Ac Cesena parlano di Edmeo.


Promozione in serie B 1997/1998. Intervista a Lugaresi.


Intervista nel dopo gara di Cesena Verona 1-0 con Agostini e Marcello Lippi


Salvezza 1987/1988 in serie A con Bigon in panchina

I commenti di ex calciatori dell'Ac Cesena.
Adriano Piraccini
"Mi ricordo una partita che perdevamo 2-0, lui entrò negli spogliatoi e se la prese con tutti, soprattutto con me. Io stavo dando tutto in quel momento e risposi al presidente ad alta voce e in maniera tutt'altro che colorita. Il giorno dopo eravamo ancora più amici di prima. Questo era Edmeo, un uomo che ha amato il Cesena più di ogni altro".

Giampiero Ceccarelli
"Perdo un babbo dolce e onesto, una persona con valori che nel calcio non esistono più. Con lui se ne va anche una parte di me".

Massimo Bonini
"Erano passati quasi trent'anni ma ogni volta che lo incontravo mi raccontava di quella volta che mi vendette alla Juve. Accettò la proposta di Boniperti perchè così tanti soldi non li aveva mai visti in vita sua. Il presidente era una persona schietta, disponibile ed esuberante. Era un vulcano".

Agatino Cuttone
"Un uomo col quale ho vissuto 14 anni stupendi. Ogni volta che arrivavo a Villa Silvia capivo subito se avevo giocato bene o male. Se mi accoglieva con la battuta 'te dà andè a vanghè' allora significava che era contento di quello che avevo fatto. Edmeo era una vera sagoma".

Dario Hubner
 "Edmeo era il faro della società, lui voleva non solo che i giocatori giocasero bene, ma anche che vivessero bene in città. Per questo quando parlavamo mi chiedeva sempre come stava mia moglie, se si trovava bene a Cesena e come andava mia figlia all'asilo. Di calcio si parlava sempre poco o niente".

I punti vendita in cui sono acquistabili i tagliandi per Udine (6° giornata di serie A) al prezzo di 20€+diritti di prevendita:
CR Forlì 00120 CESENA Viale G. Marconi, 267
CR Forlì 05084 CESENA CENTRO Via Battisti, 149
CR Forlì 00110 Forlì Corso della Repubblica, 14
CR Forlì 00147 RIMINI Via della Fiera, 2
CR Forlì 04637 RAVENNA Piazza XX Settembre, 7
CARISBO 05001 BOLOGNA SEDE Via Farini, 22
CARISBO 05023 CASALECCHIO DI RENO (BO) Via Garibaldi, 3
CARISBO 05047 SAN LAZZARO DI SAVENA (BO) Via Carlo Jussi, 1
CARISBO 04625 FERRARA Corso Porta Reno, 44
CARISBO 04615 MODENA Piazza Matteotti, 9
CARISBO 00482 PARMA Piazza Garibaldi 3/a
CARISBO 02700 PARMA Via Verdi, 5/a
CARISBO 05083 PARMA SEDE Via Emilia Est, 117
CARISBO 04583 PIACENZA Largo Matteotti 4/6
CARISBO 04602 REGGIO EMILIA Piazza Martiri del 7 Luglio


Il centro coordinamento organizza i pullman. Info e prenotazioni dal lunedì al venerdì  mattino ore 9 - 12.30 - pomeriggio h. 15 - 19,30. TEL. 0547.632502

Luca Mancini commenta gli ultimi torti arbitrali con calma e fermezza a differenza di Mazzarri che continua nella sua linea ridicola.
"Ma noi rispettiamo le decisioni arbitrali crediamo nella buona fede dei direttori di gara. Non crediamo che Damato abbia voluto risarcire il Napoli dei presunti torti subiti in precedenza. Noi vogliamo passare per gente ospitale e corretta, come ha riconosciuto lo stesso presidente del Napoli, al termine della partita gli abbiamo stretto la mano e fatto i complimenti per la vittoria trattandolo davvero come un ospite di riguardo. Abbiamo scelto un profilo basso e continuiamo in questa direzione. Preferiamo passare per gente educata, simili errori ci stanno".

Salvatore Bagni è convinto della salvezza del Cesena.
"Il risultato di domenica non fa testo. Il Cesena ha giocato fino a metà secondo tempo, poi passato in svantaggio su rigore inesistente ci sta che si sia aperto. Contro il Napoli di Lavezzi e Cavani se ti scopri rischi il capitombolo, hanno fatto comunque bene a cercare il pari, a quel punto perdere 1-2 o 1-4 conta solo per le statistiche. Giocare tre partite in sette giorni è normale che porti a un calo di lucidità, tenendo presente che la formazione è sempre la stessa. Il turn over però lo fa chi se lo può permettere, Ficcadenti ritiene di avere 11 titolari e fa bene a far giocare quelli, deve badare a fare più punti possibili. Il Cesena può tranquillamente raggiungere il traguardo della salvezza".

Condividi

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha