BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

giovedì 2 settembre 2010

News Ac Cesena 02-09-10

L'amaro "addio" di De Feudis.
"Sabato, prima di partire per Roma ho chiesto di incontrare dirigenza e allenatore per capire le loro intenzioni. Mi è stato detto che cercavano un giocatore con le carateristiche diverse dalle mie e che non rientravo più nei piani della società. Questo è il calcio, per carità, ci può anche stare, però mi sarei aspettato più chiarezza. Mi ha infastidito proprio il fatto che nessuno mi abbia detto nulla fino a sabato. Però non è nel mio stile fare polemica, quindi ora penso al Toro. Cesena poi resta la mia città, qui continuerò a vivere e spero che la mia squadra si possa salvare e restare in A. Ho deciso di andare al Torino perchè qui al massimo avrei fatto della panchina e alla mia età, non avevo voglia di farla".
Infine un saluto alla piazza."Ringrazio tutti, soprattutto chi mi ha voluto davvero bene e chi mi considerava intocabile. Ora c'è una nuova avventura, indosserò un'altra maglia pesante e piena di storia. Ma alla domenica, per prima cosa, il mio pensiero andrà al Cesena e a tutte le persone con cui ho condiviso queste splendide stagioni".
Dal nostro punto di vista: sembra incredibile che una persona del genere possa essere scaricata... VERGOGNA!

Le prime dichiarazioni di Luis Jimenez riguardo il suo trasferimento al Cesena.
“Non è certo il club dei sogni, ma mi permette di giocare in Serie A e hanno pagato quanto chiedeva la Ternana. Sono sicuro che ora avrò bisogno di un paio di settimane di duro lavoro per essere in forma per la stagione”.
L'intervista completa:
"Sono contento, prima di tutto perché non ho rinnovato il contratto con la Ternana. Cesena è una sfida importante, non facile, ma farò di tutto per dare una mano alla società e alla squadra per restare in serie A".
Il tuo passaggio si è concretizzato a pochi minuti dalla fine del mercato. Hai rischiato di restare alla Ternana.
"Ero rassegnato perché mancava pochissimo. Un mio cugino mi ha chiesto se sapevo qualcosa, mancavano circa venti minuti, così poi ho visto Tuttomercatoweb che diceva che ero vicino al Cesena. Dopo pochi minuti mi ha confermato la notizia il mio procuratore e non ho esitato un attimo ad accettare".
Hai già sentito qualcuno della tua nuova squadra?
"Si, ho sentito il mister, il direttore e il presidente. Arriverò sabato mattina e inizierò a lavorare".
Ti senti il colpo di mercato del Cesena?
"Non lo so. Sicuramente il Cesena ha fatto un grande investimento e sono contento. Può sembrare una frase fatta, ma spero di ripagare la fiducia perché hanno speso tanto, questo mi dà più responsabilità. Il Cesena mi ha dato una mano ad uscire da una situazione non bella e ho voglia di fare bene per ripagare gli sforzi e la fiducia".
Il prossimo anno potresti andar via dalla Ternana usando l'articolo 17. Ci pensi a questa eventualità?
"Devo ringraziare tutti quelli che mi hanno aiutato. La Ternana non accettava se non rinnovavo il contratto, alla fine però non ho rinnovato. Il Cesena ha creduto in me. Spero, il prossimo anno, di fare le cose per bene, altrimenti vedremo. Io voglio giocare e far bene, vedremo".
Spazio alla tua nuova squadra: quanto è raggiungibile l'obiettivo salvezza?
"Non è facile, ma la squadra c'è, è una bella formazione, ben messa in campo. Ci sarà da lottare, ce la metteremo tutta per fare bene, abbiamo le possibilità per salvarci"

Cresce la febbre per la partita contro il Milan, valida come seconda giornata di serie A al Manuzzi. I tagliandi saranno disponibili da lunedì. I prezzi dovrebbero essere comunicati oggi e reperibili in tribuna al Manuzzi e nelle sedi dei club se non addirittura su internet.

Nuovo obiettivo abbonamenti 11000. Infatti gli attuali abbonati sono 10320.

Minotti fa il punto sul calciomercato appena concluso.
Signor Minotti siete soddisfatti della campagna acquisti?
"Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto sul mercato, c'era la necessità di completare la rosa, con gli ultimi acquisti abbiamo portato a Cesena uomini con le caratteristiche tecniche che servivano alla squadra, ora il Cesena può giocarsi tutte le carte in Serie A".

Il Cesena con gli ultimi acquisti si è trasformata in una squadra multinetnica.
"Le oppurtunità di mercato ci hanno portati ad ingaggiare giocatori stranieri, tuttavia molti di questi giocano in Italia da tempo e conoscono sia la lingua che il nostro campionato".

Jimenez e Benaluane, due colpi a sorpresa, ci racconti com'è andata.
"Il Presidente Campedelli aveva promesso un giocatore di qualità, nel caso di Jimenez c'era una situazione particolare ma siamo stati bravi e pazienti e siamo riusciti a portarlo a Cesena. Benalouane era in trattativa con la Juve, le vicessitudini della prima giornata di campionato ci hanno permesso di portare a Cesena un giocatore di grande prospettiva".

Roma e Milan un inizio impegnativo.
"A Roma ci siamo dimostrati preparati dal punto di vista atletico, ma visti tutte le novità di mercato si può dire che il campionato inizia domenica prossima. Il Milan per esempio non è più la squadra di prima, si è rafforzata molto ma il Cesena ora è completo in tutti i reparti e poi sabato prossimo contro il Milan il calore del Manuzzi ci darà una spinta fondamentale".

Anche Igor Campedelli questa mattina ha parlato ai microfoni e carta stampata.
“Sono contento per come è andata questa campagna acquisti, abbiamo centrato gli obbiettivi che ci eravamo posti ad inizio anno, abbiamo realizzato tutto quelle che era nelle nostre possibilità quindi non abbiamo rimpianti. Ho seguito tutte le trattative in prima persona come è mio solito, mi piace capire le sensazioni dei giocatori e capire se c’è empatia. A Roma abbiamo giocato con spirito, nel gruppo si respira una buona atmosfera e si è visto, abbiamo giocato con coraggio; nel calcio e soprattutto in Serie A è fondamentale l’atteggiamento in campo, spesso con l’atteggiamento si può sopperire alle differenze tecniche. Non vedo l’ora di ospitare il Milan, ci sarà un Manuzzi strapieno, sono contento di potermi misurare con un avversario così importante”.

Nella giornata odierna hanno effettuato le visite mediche sia Fatic che Paonessa. L'altro acquisto, Jimenez, arriverà solo in serata a Cesena. Budan invece si sta allenando e arriverà presto. Il giocatore vorrebbe essere pronto proprio contro il Palermo, match che si disputerà a metà novembre.
Intanto il Cesena continua a fare le presentazioni: oggi il numero '9' Gabriele Paonessa rilascia le prime parole da bianconero dopo il primo allenamento tenutosi ieri nei campi di Villa Silvia.
Cosa ti aspetti da questa stagione?
Mi aspetto l'esordio che ho solo sfiorato in passato, infatti quando era giunto il momento mi son rotto il crociato, nelle ultime due stagioni ho avuto molto infortuni e problemi muscolari che mi han tenuto fuori dai campi di calcio.
Il tuo ruolo?
Prediligo il fronte offensivo dietro le punte, ma posso anche fare l'ala destra o sinistra, non cambia.
Hai visto la partita contro la Roma?
Sì, l'ho vista mentre ero in ritiro col Parma. Un grande Cesena ha conquistato un punto importantissimo, mi ha fatto una grossa impressione.
Conosci qualche altro compagno di squadra?
Conosco molto bene Antonioli, è un grande portiere ed ho grande stima in lui.
Qui potresti fare il salto di qualità che fino ad ora hai solo sfiorato, come hai detto tu causa infortuni.
E' una grande occasione, voglio fare bene per il Cesena in A. Ho fatto una bella stagione a Vicenza, ero giunto in under 21 ma poi è arrivato l'infortunio...
Con Ficcadenti hai già parlato?
Sì, ieri in allenamento. Ho già visto il modulo ma nient'altro per ora. La squadra mi ha dato il benvenuto e mi ha fatto un'impressione positiva.
Tu sei bolognese, come vivi questa situazione ora?
Sono nato e cresciuto a Bologna ma ho origini calabresi. Qualche anno fa ero stato vicinissimo al settore giovanile del Cesena, ma il Bologna mi ha preso proprio in anticipo, altrimenti sarei venuto qua tempo fa.
Sono a conoscenza dell'antipatia tra le due tifoserie ma un professionista non guarda queste cose, anche se tifavo Bologna. So che i tifosi del Bologna non mi ameranno ma queste cose le lascio appunto a loro. C'è da dire però che i miei amici mi han detto che ho fatto bene ad approdare qui a Cesena.
Obiettivi per la stagione?
Ovviamente il tanto atteso debutto ma vorrei trovare la continuità che mi è sempre mancata per contribuire a salvare il Cesena.
Il tuo idolo sportivo?
Sneijder dell'Inter. Imparare da lui sarebbe ottimo per me.
Hai già visto la città?
Ancora no, sono in albergo. Tuttavia mi han riferito che Cesena è bella.
Von Bergen commenta ancora la trasferta di Roma.
"Non siamo certo andati a Roma per nasconderci, abbiamo giocato la nostra partita a viso aperto e portare a casa un punto contro i vice-campioni d'Italia è stato un risultato molto importante. E' finita zero a zero, ma poteva terminare anche in un pareggio con gol, il punto è in ogni caso un risultato equo".
Il punto sulla sua situazione personale a Cesena in vista del Milan. "L'intesa coi compagni è già molto buona, tutti hanno giocato una grande gara, bravi tutti, Ceccarelli, Nagatomo e Antonioli. Ce la metteremo tutta anche col Milan".

Chi è rimasto dal mercato estivo:
Sinigaglia non è andato al Siracusa e nemmeno in C2.
Cortellini non è approdato ad Empoli per causa delle contropartite poco appetitevoli.
Petras ha rifiutato molti club di B ed è saltata la trattiva col Brescia per Zoboli, visto l'affare Rozenhal in corso, poi passato al Lille.

Condividi

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti