BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

lunedì 13 novembre 2017

Scognamiglio: "Facciamo mea culpa ma guardiamo avanti"

Qui Villa Silvia - L’esercito di Castori ritorna subito ad allenarsi al centro sportivo Alberto Rognoni dopo il pareggio amaro ottenuto meno di ventiquattro ore prima nel match casalingo con la Salernitana (3-3 il punteggio finale, per il Cesena a segno Kupisz, Kone e Laribi). Seduta mattutina con un clima proibitivo, vento freddo e pioggia hanno condizionato l’operato della rosa bianconera che è stata suddivisa in due tronconi, da una parte lavoro di scarico per i ragazzi scesi in campo ieri mentre tutti gli altri hanno cominciato in palestra per poi passare sul campo sintetico per alcune partitelle a campo ridotto. Panico e Dalmonte non erano presenti in quanto sono ritornati al servizio della Nazionale Under 20 che domani affronterà l’Olanda a Lignano Sabbiadoro. Proseguono le terapie per Donkor e Di Noia, out Cacia ed Eguelfi alle prese con i rispettivi infortuni. Jallow e compagni si incontreranno a Villa Silvia martedì alle ore 10:30 per proseguire la preparazione della partita di sabato prossimo ad Empoli. 

Gennaro Scognamiglio è stato ospite a Teleromagna.
"Sicuramente la nota positiva è che in un’ora di gara abbiamo fatto un buon calcio e tre gol. La squadra si deve salvare e la strada è giusta, però analizzando l’ultima mezz’ora una squadra sul 3-1 non può concedere così tanto. Il problema c’è negli ultimi 20 minuti dove non riusciamo a gestire la gara, questa è la terza sfida e ieri abbiamo commesso degli errori. La responsabilità è nostra, anche nelle marcature delle palle alte. Dobbiamo vedere il bicchiere mezzo pieno e in settimana col mister analizzeremo gli errori commessi per non commetterli di nuovo.
La cosa importante è di parlarsi ed essere chiari fin da subito. Cercare di guardare le cose positive e negative, siamo stati avanti per 60-70 minuti ma la prestazione c’è. Alla ripresa il mister ci ha detto di non abbatterci, di assumerci le nostre responsabilità e di guardare avanti.
Castori da quando è arrivato ci chiede di andare in profondità, di aggredire l’avversario in possesso palla e siamo cresciuti anche con una miglior donazione atletica. L’approccio di gara è ottimo e iniziamo sempre forte segnando. Dobbiamo migliorare negli ultimi minuti, soprattutto con un uomo in più non si possono concedere 2 gol sul 3-3. Io credo sia una questione mentale, se ci rilassiamo troppo facciamo errori e il problema ce lo stiamo portando avanti da tre partite.
Quando commetti errori manca tutto, non siamo stati bravi a portare punti e come ha detto il mister dobbiamo fare mea culpa, guardare avanti. Resta il rammarico e noi siamo i primi a non essere contenti. Dobbiamo guardare avanti.
Ero un po’ in ritardo di condizione al mio arrivo, Camplone mi ha dato subito fiducia ma non ero al massimo. A Vercelli ho fatto una sciocchezza, mi è servito però per recuperare il lavoro perso e quando sono rientrato sono migliorato con Castori che mi ha messo subito in campo. Sicuramente non è stato un bel gesto che mi è costato 3 giornate. Ora sto bene fisicamente, ci manca una vittoria che ci può aiutare.
Subiamo poco perché siamo tutti dietro e riusciamo a valutare l’azione, prima invece attaccavamo molto e i reparti erano più scoperti".

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti