BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

sabato 30 settembre 2017

Pro Vercelli - Cesena 5-2 7° giornata Serie B 17/18

PRO VERCELLI CESENA 5-2 (7' Dalmonte, 16' Bergamelli, 23' Jallow, 59' Rovini, 63' Raicevic, 69' Firenze, 75' Vives rig.)

Dalmonte palla al piede (foto Fc Pro Vercelli)

IL RACCONTO DELLA GARA
Out Cacia per un problema ai flessori, il Cesena inizia in salita la trasferta di Vercelli. Il primo sussulto è dei padroni di casa con il sinistro di Bifulco altissimo dal limite al 2’. Arriva il go del Cesena che sfrutta un contropiede letale: Bifulco si fa soffiare palla da Mordini, Dalmonte brucia Germano e batte con un rasoterra Marcone in uscita. Il Cesena si chiude a riccio, al 15’ Bifulco sul secondo palo stoppa di petto e batte a rete ma Fulignati spedisce in corner. Sugli sviluppi dell’angolo Bergamelli impatta di testa e sigla l’1-1 al 15’. Al 20’ Mammarella da calcio d’angolo prova la via del gol diretto, Fulignati di pugni si salva di poco! Il Cesena rialza la testa e punge ancora in contropiede: Dalmonte lancia Jallow, un difensore non pulisce bene in tackle e l’attaccante può battere a rete il vantaggio. Il match va in break ma è ben giocato su ambi i lati. Guaio alla caviglia per Jallow che lascia il campo per Moncini al 32’. I romagnoli cercano di rimanere in avanti e alleggeriscono i ritmi per fine primo tempo. 
Nella ripresa esce Esposito per Rigione, risponde la Pro al 53’ Rovini per Castiglia. Il Cesena punge in contropiede per l’ennesimo buco difensivo, il diagonale di Gliozzi però va sul fondo al 58’. Gol sbagliato, gol subito: su rovesciamento di fronte Rovini beffa Mordini e Fulignati di ginocchio. Va in bambola il Cavalluccio e Raicevic completa la rimonta con una volèe in girata. Notte fonda con il tiro in piccionaia di Moncini. Esce Bifulco per Altobelli al 66’. Il match di fatto si chiude con l’espulsione di Scognamiglio al 73’ per fallo di reazione su Vives. Dal dischetto lo stesso Vives non basta. Entra proprio Konate per Vives. L’unico sussulto arriva dal destro potente di Moncini ribattuto da Marcone al 84’. La palla non vuole entrare per Gliozzi che ancora una volta spara fuori di destro da ottima posizione. Finisce qui con il silenzio stampa di Camplone che a questo punto darà l’addio. Foschi ha visto la squadra prima di andarsene e si attendono novità.

PAGELLONE
Fulignati 4,5: sarebbe uno stupendo portiere da calciobalilla se non fosse dotato degli arti superiori, sempre sulla stessa linea e pronto a buttarsi da una parte all'altra. Non chiedetegli di uscire dall'area piccola, mai! I compagni non lo aiutano visto che vanno in difficoltà al primo pallone avversario alla "viva il parroco". Tre dei cinque gol della Pro sono opera sua. RIMPIANGERE NICO RAVAGLIA: TRATTO DA UNA STORIA VERA
Fazzi 5: esterno di centrocampo no, terzino no. Non spinge mai (e forse è un bene), si impegna alla morte ma dietro è un disastro. La stessa mobilità del monumento di Garibaldi (cit. Andrea Sasdelli in arte Giuseppe Giacobazzi) sulla quarte rete dei piemontesi. METTIAMOLA SUL RIDERE
Esposito 6: il miglior centrale del Cesena stando al curriculum. Si conferma tale a Vercelli, tanta sostanza e nessuna sbavatura, peccato che il suo match duri solo un tempo. ACCIPICCHIA
Scognamiglio 5: non esageriamo dicendo che ha disputato partite peggiori. Ancora troppo impreciso per gli standard di una difesa da serie B. Il fallo del rigore + espulsione? Una sciocchezza, decisione egoista del sig. La Penna. PRIMA O POI TI DIAMO 7, PROMESSO
Mordini 6: deve apprendere un migliaio di nozioni prima di diventare un difensore per la seconda serie, tuttavia è il miglior terzino del Cesena. Ok, ci sarebbe anche Setola ma Camplone crede che sia già in forza al Palermo. Presente - nel bene o nel male - su ogni pallone che passa dalle sue parti, la grinta mostrata nell'assist a Dalmonte per la prima rete del match è da lacrime. NON MI TIENE O' CORE
Kone 5,5: tecnicamente non fa un tondo con un bicchiere, eppure non sfigura nell'Armata Brancaleone della mediana bianconera. Litiga con tutti anche dopo il 90'. ALMENO FA QUALCOSA
Cascione 5: mediano/regista/primo difensore, nessuno dei tre compiti gli riesce bene. Ha dimenticato come si difende sui palloni che arrivano in mezzo all'area (gol dell'uno a uno docet): facciamocene una ragione. VIALE DEL TRAMONTO
Laribi 4: l'acquisto (o meglio, il ri-acquisto) più importante dell'ultima sessione di mercato. Non gli è ancora riuscito un passaggio smarcante in sette giornate. Nonostante tutto è ancora titolare. A POSTO COSI', SIAMO ULTRACOMPETITIVI
Dalmonte 6: segna al primo pallone toccato, bravo bravissimo! Ne spreca altri cinquanta in un'ora e un quarto. Potenzialmente devastante al fianco di un centravanti vero. ATTENDIAMO FIDUCIOSI
Gliozzi 5: fino a pochi mesi fa era compagno di reparto di Arturo Lupoli al Sudtirol. Finito il momento nostalgia, torniamo al Piola. Generoso in fase di copertura tanto che lo si vede spesso a recuperar palla al limite dell'area romagnola. Non prende la porta nemmeno se gliela fanno larga quanto la linea di fondo: tira quanto Steph Curry ma la media realizzativa è quella di un cieco. GOLOSONE
Jallow 6: palla lunga, va sul pallone, il difensore avversario scivola ma non aggancia, tiro, gol. Poco altro però quello deve fare. Poteva essere la sua partita, si sloga una caviglia ed esce. LA SFIGA ESISTE E CI VEDE BENISSIMO
Moncini 5,5: il ragazzo si applica, corre, spinge, difende, tira ma non segna nemmeno con la matita. PAZIENZA
Rigione 5: ragazzo d'oro, calciatore apprezzabilissimo ed esemplare professionista. Ci casca anche stavolta a Vercelli. La risalita personale comincia oggi. CORAGGIO
Sbrissa sv

Camplone 4: evviva il cambio di modulo. Fazzi, Scognamiglio e Cascione ancora titolari dopo le ultime pessime prestazioni. La tiritera del materiale tecnico a disposzione ha le gambe corte, prendere cinque pere a Vercelli è al di là dell'immaginazione umana. Arrivederci e grazie. 

Curva Vercelli 5: si esaltano solo quando i loro beniamini vanno a rete, troppe gioie in un pomeriggio. Continuano a menarla con le storie di Silvio Piola e dei sette scudetti, un po' come se tuttora mio padre si vantasse di essere uscito con una ventenne Luana Babini.

Curva ospiti Cesena 6: pochi ma buoni, impossibile pretendere di più dai tifosi bianconeri in questo momento. Abbandonano lo stadio prima del triplice fischio: è contestazione aperta.

5 commenti:

  1. ma è strano perchè nella mia zona molti si sono giocati questo risultato..

    RispondiElimina
  2. Dai che x giorgino va bene così: a gennaio si vendono mordini perticone e dalmonte e viva la caccia!

    RispondiElimina
  3. in questo clima in cui si dà addosso ai componenti della squadra, ritengo che la responsabilità maggiore sia nell'allenatore. vero che pezzi pregiati sono stati venduti, ma nella rosa ci sono giocatori validi e giovani che devono crescere. manca la squadra - attacco di livello, ma a centrocampo sembra che tutti giochino fuori ruolo. Kone ieri era un gigante.

    Contropagellone
    Fulignati 5: urge rientro di Agliardi tra i pali finché non matura, se può

    Fazzi 5 penso che risenta più dei problemi di squadra che suoi personali

    Esposito 6

    Scognamiglio 4 un fallo stupido da ragazzino delle medie, il professionismo è altra cosa. fosse per me a casa subito

    Mordini 5: bravissimo nel primo gol, ma tutte le azioni più pericolose della Pro arrivano dalla sua fascia, compresi un paio di gol, non ha posizione e si fa saltare quasi sempre - il 5 è per l'assist - non è certo il miglior terzino che abbiamo ancora, ha speranze

    Kone 6:

    Cascione 5

    Laribi 5 per fare passaggi smarcanti ci vuole anche qualcuno che cerchi si muova

    Dalmonte 6,5: ci ha provato tutta la partita, con giocate anche di pregio, con qualche supporto in più avrebbe reso molto di più. ragazzo di talento

    Gliozzi 5 si è ripreso un poco nel finale, ma probabilmente per il calo di tensione della difesa della Pro

    Jallow 6

    Moncini 6

    Rigione 5

    Sbrissa sv

    Camplone 4

    RispondiElimina
  4. anche i cesenati si vantano da anni di tifare per una squadra di calcio che pero' ahi ahi con ls Pro Vercelli perde sempre e che vista la situazione finanziaria dovrebbe giocare i derby con il Lugo di Romagna.Viva tuo padre, lui almeno la Babini l'ha battezzata, tu invece ogni anno scrivi castronerie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dicci quale squadra tifi e scriveremo castronerie anche per te.

      Elimina

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti