Qui Villa Silvia - Nuova seduta settimanale che apre la sfida verso l'Avellino. Non troppe buone notizie per Camplone che recupera solo un uomo. E' rientrato Falasco che ha smaltito la gastroenterite. Si è invece ammalato Wolski, a letto. Balzano, rimasto a riposo a La Spezia, ha fatto degli esami diagnostici ed è stata riscontrata una contrattura. Schiavone, Agazzi e Perticone rientreranno tra martedì e mercoledì. Per Filippini e Capelli i tempi sono più lunghi per cui oggi hanno svolto solo terapie e riposo.
L’allenamento si è concluso lasciando spazio alla consueta partita su campo ridotto terminata 4-2 in favore della squadra nera grazie alle reti di Djuric, Gasperi, Ciano e Cascione mentre i marcatori per la squadra arancio portano la firma di Di Roberto e Rodriguez.
Per domani è in programma a Villa Silvia un doppio allenamento alle ore 10:30 e uno al pomeriggio con inizio alle ore 15:00.

Il portiere Federico Agliardi è stato ospite a Teleromagna.
"La nostra posizione in classifica credo dipenda dalla testa perché manchi sicurezza. Io conosco i miei compagni e posso garantire che loro cercano di mettere tutto loro stessi. Dobbiamo trovare la situazione per venirne fuori.
Quando non si va bene è chiaro che emergono aspetti negativi. La squadra dal mio parere, anche coi ragazzi parlandone, serve giocare con spregiudicatezza e sereni. Alla fine non so se è quel sorriso in più che fa la differenza. Io credo che serva che debba venire fuori quel qualcosa in più da noi. Le idee di gioco bisogna averle e Camplone le ha, noi stiamo dando massima disponibilità. Noi lavoriamo duramente per dare continuità ai risultati ma dobbiamo vincere già dalla prossima.
Non abbiamo fatto una bella partita a La Spezia. Come spesso accade tanto possesso palla ma in supremazia territoriale lasciamo a desiderare. Occorre fare di più e assumersi maggiori responsabilità. Due tiri da lontano di Laribi e Rodriguez non possono bastarci. E' chiaro che se non fosse arrivato quell'eurogol il pari lo portavi a casa, ma non è un alibi.
Remare contro? Nessuno lo vuole fare, perché ci daremmo la zappa sui piedi da soli.
Adesso c'è mister Campione e si fa ora un lavoro diverso da tre settimane.
Con l'Avellino io voglio vincere. Non ce ne sono di alternative. Vivendo col bel gioco, con un autogol, con mille tiri, difendendoci sulla linea in dieci non mi interessa".

1 commento:

  1. Per quanto la situazione sia brutta, una vittoria con l'Avellino sarebbe già in passo avanti notevole. Se pero' non si vince, c'è davvero da preoccuparsi. Diventerebbe davvero complicata.

    RispondiElimina

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha