NOVARA CESENA 0-0

Highlights 20° giornata Serie B Novara - Cesena 0-0http://www.blackwhiteskin.com/2015/12/novara-cesena-0-0-20-giornata-serie-b.html Posted by BLACK WHITE SKIN - Cesena Calcio on Mercoledì 23 dicembre 2015


IL RACCONTO DELLA GARA
Match serale tra Novara Cesena per la ventesima giornata. Gara ostica perchè i piemontesi sono davanti ai bianconeri di 7 punti a quota 37. Cavalluccio che deve dimostrare di saper combattere e rendersi pericoloso in trasferta ma gli azzurri hanno ottenuto 11 risultati utili nelle ultime 13 gare, di cui 6 vittorie consecutive. Novità in avanti: Molina al posto di Garritano, mentre Cascione prende il posto di Kone squalificato. Tabanelli e Valzania in panchina.
Prima svista di Sensi che perde palla di poco fuori l'area, per poco il Novara non ne approfitta per andare a rete! Inizia mare la serata dell'ex San Marino. All'11' Buzzegoli la mette dentro dalla destra, Caldara anticipa Gomis ma la sfera finisce sulla testa di Faragò che però non inquadra lo specchio sguarnito. Angolo per il Cesena, Sensi scarica per Renzetti che la mette dentro, palla respinta, Perico al volo ci prova e Da Costa volta in corner. Bella azione dei bianconeri che puntano la porta del Novara. Forcing del Cesena al 20', Magnusson lancia benissimo per lo stop di Ragusa, entra in area piccola ma Da Costa spedisce in corner!! Cavalluccio pericoloso!
Replica al 25' il Novara con una bella spizzicata di Faragò, palla di poco fuori. Ritorna pericoloso il Cesena al 33', Renzetti triangola con Sensi, tiro cross ma Da Costa spedisce in corner con Ragusa in agguato. Secondo corner consecutivo, Sensi pesca Perico ma spedisce largo e il Novara libera. Risponde un diagonale insidioso di Faragò, palla che finisce di pochissimo sul fondo, ma Gomis c'era. Al 40' punizione sul secondo palo del Novara, Troest impatta fuori, brivido per il Cesena. Insiste il Novara con una bel tiro rasoterra di Troest, primo intervento di Gomis poi spazzato da un bianconero. Rischio grosso. In chiusura di primo tempo ci prova Kessie: tiro velleitario sul fondo. Dopo due minuti le squadre vanno negli spogliatoi. Non male la prestazione bianconera fino ad ora.
Squadre che rientrano in campo gli stessi 22 interpreti della sfida. Scuote le acque Sensi con un tiraccio dal limite al 48'. Percussione di Kessie al 56', salta un uomo, avanza palla al piede e il cross insidioso finisce in fallo laterale. Buon Cesena fin qui ma Drago deve operare dei cambi per dare nuova benzina. Il Novara getta un bel cross dalla destra del numero 8, Troest di testa raccoglie la deviazione di Gomis ma il pallonetto non gli riesce, il portiere rimedia fermando la sfera. Batti e ribatti in questo momento del match. Dai 25 metri tiro centrale di Buzzegoli, Gomis agguanta facile al 59'. Cala il Cesena che non riesce ad arginare gli avversari.
Ancora Novara da corner, Faragò spedisce da Gomis che blocca facilmente. Forcing del Novara: doppio corner del Novara, sul secondo schema di Buzzegoli, destro siluro che sbatte sulla traversa nella parte alta. Drago corre ai ripari al 63' con Garritano per Ragusa. Baroni gioca la carta Evacuo per Gonzalez. Si infortuna Faragò in uno scontro con Magnusson, dentro Dickmann. Occasionissima per il Cesena al 71': Kessie si mangia Dell'Orco, dentro per Garritano che a botta sicura fa la barba al primo palo! Mani nei capelli, cosa si è mangiato l'ex Inter appena entrato!!! Gomis non ce la fa, dentro Agliardi al 73', brutta tegola per il Cesena. Il Novara sfiora il vantaggio: Galabinov elude Magnusson e poi Perico con una finta strepitosa, tiro sicuro, Agliardi smorza la palla diretta in rete, ma Perico spazza via in tempo prima che finisca in porta (75'). Drago sbraita in panchina.
Ultimi 10 minuti di gara per Tabanelli che rileva Kessie acciaccato, attenzione a Sensi e Cascione ammoniti. Il Novara è sempre nella metà campo bianconera, Agliardi svetta sulla punizione insidiosa all'85'. Attimi tesi in casa Cesena, squadra che ha faticato nella ripresa e non ha prodotto gioco. Incursione di Garritano che fa salire i suoi compagni, palla appoggiata indietro a Tabanelli che scarica dalla distanza, palla altissima all'89'. Cinque lunghissimi minuti di recupero, al 91' Troest impatta di testa sul secondo palo fuori da corner. Pronto l'ultimo cambio di Baroni: dentro Garofalo al 93' per Dell'Orco. Occasionassimo per Evacuo, colpo di testa all'indietro che per poco non beffa Gagliardi in volo al 94', rischio per Caldara.
Finisce così la gara con un punto a testa molto guadagnato per il Cesena.

PAGELLONE
Gomis 6: il Novara fa paura solo nel secondo tempo, un paio di interventi a giustificare la presenza e qualche uscita spericolata dove, di tanto in tanto, Caldara e Magnusson non lo sentono. Esce per infortunio muscolare, ahi. VOCE BASSA
Perico 6,5: agisce da terzo di difesa per arginare le offensive locale. Male non va, sempre attento sul posto. In collaborazione con Agliardi un quasi gol di Galabinov un quarto dal termine. ESPERIENZA
Caldara 6: regista difensivo, guida i compagni dall'alto dei suoi vent'anni o poco più. All'inizio non c'è troppa intesa con Gomis, palloni innocui che improvvisamente diventano pericolosi. Si riprende col passare dei minuti meritando l'abituale sufficienza. REGOLARISTA
Magnusson 6,5: attenzione, fa meglio di Caldara. Opinione personale: in questo periodo è in forma. Potrebbe diventare un top player da B una volta eliminato il lancio lungo sistematico. THE RIGHT WAY
Molina 5,5: lo vedi correre su e giù ma l'eccessivo moto mette in evidenza la coperta corta. Non eccelle in copertura e nemmeno in fase offensiva dove lo si nota assai poco. Senza ruolo. MA DOVE VAI?
Kessie 6,5: valore aggiunto nella folta mediana, mette il fisico e si impegna negli inserimenti. Un pochino limitato dalle mille botte ricevute, riesce a rialzarsi da terra fino a dieci minuti dalla fine. PUNCHING-BALL
Sensi 5,5: hai piedi che fanno invidia a registi di A, perché non sfruttarli per una giocata illuminante o un assist smarcante? È il Cesena che non gioca bene quando lui non inventa o è lui che si adatta all'andazzo della squadra? Quando tiri in porta? Quando smetterai di perdere palla nella tua metà campo? MILLE DOMANDE
Cascione 6 la stampa gli ha già messo le valigie in mano. Il Cascio c'è, lo si vede poco ma nel complesso non fa danni. Sempre meglio dello snervante Kone. SULLA LISTA
Renzetti 6: non terzino ma esterno alto. Oltre il centrocampo mantiene caldo il piedino all'inizio, all'avvicinarsi del 90' mette corazza ed elmetto. Uno dei pochi in evidenza tra i romagnoli. NOTA GIUSTA
Ragusa 5: serata decisamente no. Al fianco di Rosseti vede poco la palla nel primo tempo (dove nell'unica occasione calcia addosso a Da Costa) e mai una volta nella ripresa. Se la prende per il cambio quando anche un cieco lo avrebbe voluto togliere dal campo. ANTONINO POLEMICA Rosseti 5,5: Ragusa si nasconde, l'ex Siena prova a farsi spazio nella difesa novaresa senza successo. Unica scusa: palle ne arrivano poche, difficile creare qualcosa con nulla in mano. SI FA COME SI PUO'
Garritano 5,5: rileva Antonino il Fantasmino e pure lui ha la palla per sbloccare il risultato a pochi minuti dall'ingresso in campo. Assist fantastico di Kessie, il suo rigore in movimento va fuori. Una stagione passa da questi palloni. 0/1 AL TIRO
Agliardi 6,5: si fa male Alfredone? Cazzo ce ne frega, c'è il sosia di Rocco Siffredi! Il tempo di mettersi tra i pali e chiude la porta in faccia a Galabinov. ATTRIBUTI IMPORTANTI
Tabanelli sv

Drago 5,5: squillino le trombe, si cambia modulo! 3-5-2 e sotto col Novara che nel primo tempo viene bloccato e vede poco la porta. La mossa non paga nella ripresa, la squadra è stanca, il tuttofare Ragusa non rientra e Sensi resta sul filo del rosso per un tempo intero. Il cambio Garritano-Ragusa arriva in ritado, dobbiamo ancora capire perché togliere l'acciaccato Kessie a pochi minuti dal termine.

Curva Nord Novara 5: tribuna pienotta, distinti semi vuoti e curva che tiene come può il livello vocale. Al di là della serata lavorativa non ci sono troppe scusanti per le tante assenze. Il momento è anche positivo ma la tifoseria non decolla. Il colore non c'è: pezze rare e giusto un bandierine accompagnato da grappoli di più piccole sparpagliate.

Settore Ospiti Cesena 6: circa 200 tifosi infreddoliti e imbottiti fino alle orecchie. Primi minuti di livello con cori sonori, poi calo alla distanza. Pezze appese: Novara, Viking, Capanni, Cesena, Coordinamento, Trento, Tartari, Senza Paura, San Mauro Mare, Le Passere della Mare, Araba Fenice, Beach.

INTERVISTE POST PARTITA
Massimo Drago
"La partita è stata condotta in due maniere. Nel primo tempo credo che abbiamo disputato una buonissima partita e abbiamo avuto le nostre occasioni per andare a rete e mettere in difficoltà il Novara. Invece nella ripresa siamo calati, il Novara si è fatto avanti e con l’ingresso di Evacuo abbiamo abbassato il baricentro come invece non avremmo dovuto fare. Un punto che smuove la classifica e sono contento di aver chiuso la gara senza aver subito gol.
Modulo? Ho scelto per la prima volta in carriera il 3-5-2 adattando i miei ragazzi al modo di giocare degli avversari. Eravamo in difficoltà in difesa: i due centrali erano in parità numerica contro i loro due attaccanti. Inoltre nelle fasce non riusciamo a sviluppare il gioco che vogliamo".

Marco Baroni
"Abbiamo fatto una prestazione bellissima, per questo sono molto contento ma anche un po’ deluso perché i miei ragazzi hanno dato tutto per provare a vincere. Il Cesena era venuto con un diverso assetto tattico, con un 5-3-2 un po’ più chiuso. Se nel primo tempo abbiamo un po’ faticato perché c’erano pochi spazi, nel secondo la squadra è cresciuta in intensità e determinazione, siamo stati arrembanti, rimanendo sempre nella metà campo avversaria, più di così era difficile fare ed è mancato solo il gol".

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha