Qui Villa Silvia - Nel pomeriggio odierno il Cesena è tornato ad allenarsi a Villa Silvia, è stata la prima seduta della settimana dopo il riposo osservato ieri. Hanno visita i "nazionali" Leali, Yabre, Krajnc, Garritano e Carbonero. Brutte notizie dall'infermeria: Defrel si è sottoposto ad esami che hanno segnalato una lesione di primo grado al bicipite femorale destro. Ora il francese comincerà un programma specifico di riabilitazione, tempi di recupero da stabilire. Capelli e Brienza sono usciti acciaccati dalla partita con il Parma, solo affaticamento. Gli altri infortunati: Tabanelli e Magnusson lamentano fratture al metatarso del piede, Pulzetti deve recuperare dall'infiammazione al tendine rotuleo e Cazzola deve riprendersi dalla pulizia al menisco effettuata qualche settimana fa. In vista della trasferta contro la Lazio di domenica 14 Bisoli potrà recuperare Djuric (fermo per squalifica all'esordio) e Carbonero, oltre neo acquisto Mazzotta, acquistato ieri sera dal Crotone a titolo definitivo.

Il presidente dell'A.C. Cesena ha rilasciato una lunga dichiarazione sul sito ufficiale al termine della sessione di calciomercato estiva. Sessione che non ha visto arrivare l'agognata punta, richiesta da Bisoli e dalla tifoseria. La massima carica della società ha espresso, a nome di tutto il cda bianconero, soddisfazione per il lavoro svolto dall'area tecnica, ricordando i giocatori riconfermati ed il valore dei nuovi arrivati - citandoli nome per nome - ed elogiando la trattativa conclusa per Carlos Carbonero. E' stato citato anche l'affare saltato per Pavoletti, ricordando che l'eventuale acquisto dell'attaccante del Sassuolo non soddisfava le condizioni tecniche, economiche e finanziarie del club.
A nostro parere la questione legata alla prima punta non è stata gestita nella maniera migliore. Tutti d'accordo che non sia facile acquistare cammelli senza galline da offrire, resta il fatto che Foschi e il suo staff abbia speso due mesi inutilmente. In ordine sparso sono state confermare dagli stessi dirigenti gli intererssamenti per i vari Petagna, Borriello, Babacar, Pavoletti, Jonathas, Ebagua, Bergessio e chi più ne ha più ne metta. Ora non serve giustificarsi, conta soltanto fare bene sul campo ogni giorno in allenamento e in partita. Per tutta la restante campagna acquisti non è affatto deludente, sono restati a Cesena tanti di quelli che hanno fatto bene nel campionato scorso e, a rimpiazzo dei non confermati, i gocatori arrivati valgono la categoria. Occorre dare fiducia e piangere per ciò che non si ha, Bisoli e il Cesena possono giocarsi la salvezza.

La Voce - Niente botto finale al mercato
La Voce - Primi in A, quattro anni dopo
La Gazzetta dello Sport - Favola Rodriguez
ari amici e tifosi del Cesena,
voglio esprimere, anche a nome di tutto il Consiglio, la piena e grata soddisfazione del fantastico lavoro della nostra Area Tecnica. Tutti sapete che sono stati "costretti" ad operare con un budget molto limitato che comunque ha permesso loro di centrare investimenti importanti: il riscatto della comproprietà di Kranjc dal Genoa, l'acquisto a titolo definitivo di Mazzotta dal Crotone, di Moncini dalla Juve, di Saporetti dal Milan. Oltre a ciò, in stretto accordo col nostro prezioso Mister, sono stati confermati tutti quei giocatori che hanno formato l'ossatura della straordinaria stagione scorsa. A loro si sono aggiunti atleti di provata qualità morale e tecnica, che hanno anche esperienza in serie A o in campionati di prima fascia all'estero come: Lucchini, Brienza, Cazzola, Giorgi, Perico, Pulzetti, Ze Eduardo, per citarne alcuni.  
Nel corso della preparazione estiva, il Mister ha constatato i progressi del "nostro Djuric" che ha meritato, da parte sua, la conferma sul campo. Come lui anche Rodriguez si é meritato la piena fiducia, fino a debuttare da titolare nella vittoriosa partita col Parma. Per alcuni dei nostri ragazzi, Rino Foschi ha ricevuto importanti richieste, ma é stato bravo, con i suoi collaboratori Valentini e Marin, a non cedere alla tentazione di privarsene. 
Un discorso a parte merita l'arrivo di Carlos Carbonero perché Foschi ha fatto veramente un capolavoro! Ha lavorato oltre un mese su questa operazione, in accordo col Direttore della Roma Walter Sabatini, con l’obiettivo di portarlo al nostro amato Cesena. Era difficilissimo, perché il colombiano è un nazionale, titolare del River Plate, campione in Argentina anche grazie a otto suoi gol di pregevolissima fattura. In questi trenta giorni si sono inseriti a più riprese competitor argentini, brasiliani ed europei, ma Carlos Carbonero vestirà la maglia del Cavalluccio e noi ne siamo felicissimi!
Nelle fasi finali del mercato che si sono concluse definitivamente ieri alle 23 non si verificate le condizioni tecniche, economiche e finanziarie per aggiungere al nostro prezioso gruppo di atleti un attaccante di valore. Non siamo delusi, avremmo potuto sforare pesantemente il budget, ma consapevolmente non lo abbiamo voluto fare ed io, in qualità di Presidente, me ne assumo la piena decisione finale.
Abbiamo due sfide da vincere, quella dei bilanci per difendere l'esistenza del Cesena Calcio e quella sul campo per difendere la Serie A conquistata con “Orgoglio e Sudore”. Siamo fiduciosi che con lo stesso Orgoglio e Sudore, la forza del gruppo e dei nostri tifosi, ce la faremo! Forza Cesena!
Il Presidente Giorgio Lugaresi
- See more at: http://www.cesenacalcio.it/it/news/2014/09/02/nota-del-presidente-sul-mercato-1343.html#sthash.egiP08hG.dpuf
ari amici e tifosi del Cesena,
voglio esprimere, anche a nome di tutto il Consiglio, la piena e grata soddisfazione del fantastico lavoro della nostra Area Tecnica. Tutti sapete che sono stati "costretti" ad operare con un budget molto limitato che comunque ha permesso loro di centrare investimenti importanti: il riscatto della comproprietà di Kranjc dal Genoa, l'acquisto a titolo definitivo di Mazzotta dal Crotone, di Moncini dalla Juve, di Saporetti dal Milan. Oltre a ciò, in stretto accordo col nostro prezioso Mister, sono stati confermati tutti quei giocatori che hanno formato l'ossatura della straordinaria stagione scorsa. A loro si sono aggiunti atleti di provata qualità morale e tecnica, che hanno anche esperienza in serie A o in campionati di prima fascia all'estero come: Lucchini, Brienza, Cazzola, Giorgi, Perico, Pulzetti, Ze Eduardo, per citarne alcuni.  
Nel corso della preparazione estiva, il Mister ha constatato i progressi del "nostro Djuric" che ha meritato, da parte sua, la conferma sul campo. Come lui anche Rodriguez si é meritato la piena fiducia, fino a debuttare da titolare nella vittoriosa partita col Parma. Per alcuni dei nostri ragazzi, Rino Foschi ha ricevuto importanti richieste, ma é stato bravo, con i suoi collaboratori Valentini e Marin, a non cedere alla tentazione di privarsene. 
Un discorso a parte merita l'arrivo di Carlos Carbonero perché Foschi ha fatto veramente un capolavoro! Ha lavorato oltre un mese su questa operazione, in accordo col Direttore della Roma Walter Sabatini, con l’obiettivo di portarlo al nostro amato Cesena. Era difficilissimo, perché il colombiano è un nazionale, titolare del River Plate, campione in Argentina anche grazie a otto suoi gol di pregevolissima fattura. In questi trenta giorni si sono inseriti a più riprese competitor argentini, brasiliani ed europei, ma Carlos Carbonero vestirà la maglia del Cavalluccio e noi ne siamo felicissimi!
Nelle fasi finali del mercato che si sono concluse definitivamente ieri alle 23 non si verificate le condizioni tecniche, economiche e finanziarie per aggiungere al nostro prezioso gruppo di atleti un attaccante di valore. Non siamo delusi, avremmo potuto sforare pesantemente il budget, ma consapevolmente non lo abbiamo voluto fare ed io, in qualità di Presidente, me ne assumo la piena decisione finale.
Abbiamo due sfide da vincere, quella dei bilanci per difendere l'esistenza del Cesena Calcio e quella sul campo per difendere la Serie A conquistata con “Orgoglio e Sudore”. Siamo fiduciosi che con lo stesso Orgoglio e Sudore, la forza del gruppo e dei nostri tifosi, ce la faremo! Forza Cesena!
Il Presidente Giorgio Lugaresi
- See more at: http://www.cesenacalcio.it/it/news/2014/09/02/nota-del-presidente-sul-mercato-1343.html#sthash.egiP08hG.dpuf

4 commenti:

  1. La questione punta è stata gestita male: non si puo' arrivare all'ultimo giorno e senza avere un'alternativa pronta. MI aspettavo almeno Ebagua.

    A centrocampo abbiamo preso 3 rotti e uno modesto (Ze Eduardo).

    Manca un vice Cascione ed è un'assenza grave quasi come quella della punta di spessore.

    Bene solo il mercato per il reparto difensivo, le conferme del nucleo dell'anno scorso e l'arrivo di Brienza.

    Speriamo che Carbonero sia davvero buono e non una fregata.

    RispondiElimina
  2. Osservazioni tutte interessanti. Differisco solo per la parte del centrocampo: mi sembrano buoni acquisti, anche se appunto Pulzetti e Giorgi sono da recuperare

    RispondiElimina
  3. Senza punta la salvezza è quasi impossibile

    RispondiElimina
  4. Sara' estremamente difficile, diciamo pure improbabile. Pero' nell'anno di Ficcadenti non ci fu il bomber da doppia cifra. Fece 9 gol Jimenez, 8 gol Bogdani e 7 Giaccherini se non sbaglio. Marilungo puo' fare magari 8/9 gol, non so quanti ne possano garantire Brienza, Carbonero, Rodriguez eccetera. Ce ne vogliono 3 che mettano insieme sui 25 gol.

    RispondiElimina

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha