BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

mercoledì 25 gennaio 2012

News Ac Cesena 25-01-12

Qui Villa Silvia - Ieri allenamento pomeridiano per gli uomini di Arrigoni. Tanti i problemi: Bogdani (problemi gastrointestinali) e Ghezzal (influenza) erano assenti, mentre solo massaggi per l'affaticato Lauro. Allenamento differenziato per Djokovic, infine Malonga si è allenato con i compagni saltando solo la partitella. Oggi la squadra si allenerà al mattino alle ore 10.00 ed al pomeriggio sempre al Conte Rognoni.

Ieri sera una delegazione di ultras si è incontrata con Campedelli e una rappresentanza dei giocatori composta da Parolo, Antonioli e Mutu per discutere del ricompattamento dopo l'autosospensione del tifo organizzato.

Buono l'avvio della prevendita, ieri sono stati venduti 869 biglietti di cui 36 per il settore ospiti.

Notizie calciomercato. Ieri il Genoa ha offerto il prestito del brasiliano Zè Eduardo. L'ingaggio però è un peso piuttosto eccessivo.
In uscita c'è sempre Yohan Benalouane: questa volta su di lui si è piombato l'Auxerre. Il Parma però offrirebbe Pellè in cambio, molto interessato il Cesena.
Lecce e Cesena si stanno contendendo Pozzi (già rifiutato il Cesena) e Kozak (Lazio). Ieri è stato fatto un nuovo tentativo per Simone Tiribocchi (Atalanta). Sempre dagli orobici, Caserta ha frenato per la cessione al Varese in Serie B, in cima alla lista c'è il Cesena.

Zingonia (Bergamo). Ieri Colantuono oltre a ricevere come regalo Stendardo, è arrivato anche Carrozza. Già da oggi i due saranno insieme al Centro Bortolotti insieme alla squadra. Come annunciato, ieri l'Atalanta si è allenata su sintetico e la squadra è stata divisa in due tronconio (lavoro atletico per chi ha giocato sabato, tattica e partitella per gli altri). Gli unici indisponibili per la trasferta di Cesena saranno gli infortunati Bellini, Brighi e Capelli. E' stato deciso di partire venerdì anzichè sabato per Cesena. Oggi allenament pomeridiano.

Ieri a Villa Silvia ha parlato il Presidente Igor Campedelli.
"Probabilmente siamo ancora una squadra che quando subisce un goal riceve un colpo troppo forte. Anche a Bergamo il primo goal ci ha tolto la sicurezza.
Voglio fare di fare un appello ai tifosi: abbiamo bisogno di riabbracciare il nostro stadio, al di là dei problemi legati alla Tessera del Tifoso, al di là delle norma, bisogna tornare a dare calore alla squadra in casa nostra.
Domenica ho una gran voglia di prendermi una rivincita con l'Atalanta e rimettere tutto il campionato in discussione. Quando abbiamo cambiato allenatore la condizione era quella di girare ancora attaccati al gruppo di squadre in lotta per la salvezza e ce l'abbiamo fatta, perché 12 punti in 9 partite sono un buon bottino e credo che in tutto ciò il merito di mister Arrigoni sia grande."

Cristian Raimondi ha parlato all'Eco di Bergamo ieri.
"Adesso ricomincia il nostro campionato, e sappiamo tutti che queste tre sconfitte sono fuori dal contesto. Sarà fondamentale concentrarci sulle nostre avversarie dirette con l’obiettivo di ripeterci con il passo del girone d’andata. Sarebbe un bel colpo lasciare le ultime trestacacte e noi ci crediamo sul serio, alla possibilità di ripetere il passo d’inizio campionato. La squadra ha già dimostrato di essere competitiva, io sono fermamente convinto che sia possibile ripetere il girone d’andata."

Oggi l'intervista di Schelotto sempre all'Eco di Bergamo.
Adesso giochiamo a Cesena come se fosse una finale. Sarà una partita fondamentale per noi perché vogliamo voltare pagina. Quello che vogliamo è tornare a vincere. I calcoli non li facciamo. All’andata tra Cesena, Genoa e Palermo abbiamo fatto 7 punti, ma adesso conta domenica. Possiamo allontanare il Cesena, per quello sarebbe importante vincere. Veniamo da una sconfitta e anche se la Juve è una squadra fortissima, penso che avremmo potuto comunque fare di più. Purtroppo non siamo riusciti a costruire azioni importanti, ma da queste partite si impara tanto. E il bello del calcio è che ti dà subito l’opportunità di rifarti.
A Cesena ho vissuto due anni e mezzo importanti, lì ho vissuto dei bei momenti e so già che non sarà facile giocare su quel campo. Tra l’altro io non ho mai giocato sul sintetico, mentre loro ci sono ormai abituati. E poi hanno tifosi che in casa danno sempre una grossa mano, un giocatore come Mutu se è in giornata può decidere la partita, o Parolo che ha un gran tiro dalla distanza. E anche loro vengono da una brutta sconfitta. Sarà una guerra, ma noi vogliamo voltare pagina e tornare a vincere."

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti