Notizie calciomercato. Capitolo portieri: il vice, nel caso del prestito di Alex Teodorani annunciato nei giorni scorsi, potrebbe essere Alex Calderoni (Atletico Roma) in vantaggio su Christian Puggioni (Reggina) e Vlada Avramov (Fiorentina) visti gli alti costi per un portiere di seconda fascia.
Sfumati Guglielmo Stendardo (Lazio) e Dellafiore (Parma), Christina Terlizzi si avvicina al Cesena. Il giocatore che non ha rinnovato col Catania potrebbe essere il rinforzo ideale per il centro della difesa. Gli è stato proposto un contratto fino a giugno con biennale successivo.
Molto difficili da ingaggiare sono Knezevic (Livorno), Rivas (Bari) e Moras (Bologna) che sono stati blindati dalle rispettive società. Timidi cenni anche per l'altro Nelson Rivas, difensore, dell'Inter. Il giocatore è messo fuori rosa da almeno un anno.
In avanti solita bagarre per Massimo Maccarone (Palermo), Meggiorini (Bologna) e l'infinita vicenda su Mirko Antenucci, relegato dal Catania.
Su Emanuele Giaccherini nuove voci: ora è il Napoli a farsi sotto. La società partenopea offrirebbe Blasi  a titolo definitivo e Maiello in prestito.

Igor Campedelli rilascia gualche dichiarazione in tv su qualche nome caldo del mercato.
"Per l’attacco ci stiamo muovendo su vari giocatori, così come per la difesa. Do Prado? È un giocatore in prestito, per cui ancora del Cesena, il Southampton ha però la possibilità di esercitare il diritto di riscatto, se ciò non avverrà allora Do Prado rientrerà a Cesena, se per restare o per essere girato altrove questo ora non lo so. Risollevare Bernacci? È un giocatore che in serie B è uno dei più forti e in A ci può sicuramente stare, io non l’ho sentito e non c’è alcuna trattativa, posso solo dire che spero stia bene."

Luis Jimenez ha parlato ieri in conferenza stampa.
"Tutto sommato penso che di aver fatto bene fin' ora, certo posso dare di più ma sono contento. Contro il Cagliari mi sono riuscito ad esprimere come volevo, certamente nelle prime partite disputate ero ancora in ritardo di forma,sono stato fermo cinque mesi, non avevo fatto preparazione ero indietro a livello fisico, ora mi sento di essere vicino alla condizione ottimale. Ci aspetta un mese difficile, con tante partite da giocare ma stiamo bene, a livello fisico io personalmente e tutta la squadra siamo in forma e questo è importante, ci servirà stare bene per affrontare sia gli scontri diretti contro Brescia e Lecce. Il mio obiettivo è dare il massimo per aiutare il Cesena a salvarsi, sino ad ora ho segnato tre goal, mi sono procurato un rigore a Bari, voglio continuare ad essere determinante, mi accontenterei anche di fare solo degli assist segnando anche meno, basta che possa aiutare a raggiungere il nostro obiettivo che è la salvezza. Io fatico a giocare come punta esterna, tendo a svariare molto dal centrocampo in su, è in questo modo che riesco a saltare l'uomo e accentrarmi ma devo dire che il mister mi da molta libertà. Questo è il primo anno che gioco per la salvezza, devo dire che la grossa differenza sta nel fatto che nella lotta alla salvezza un pareggio rappresenta un punto guadagnato mentre in una squadra di vertice un pareggio sono due punti persi. A noi ci sono sfuggiti di mano alcuni pareggi proprio nel finale di partita, quei punti in più ci avrebbero reso più tranquilli ma siamo lì e ce la giocheremo fino alla fine, tenendo conto che aumenteranno le squadre in lotta per la salvezza. Giocare con le grandi è sempre imprevedibile, ti lasciano giocare e il risultato non è mai scontato."

Oggi presentazione ufficiale di Paolo Sammarco, in prestito dalla Sampdoria.
"Sono contento di essere arrivato qua a Cesena. A livello fisico sto bene, sono due mesi e mezzo che mi alleno regolarmente e quindi sono a disposizione da subito. Alla Sampdoria ero chiuso nel mio ruolo e avevo voglia di rimettermi subito in gioco. Appena ho saputo dell'interessamento del Cesena tramite il Direttore dell'area tecnica Minotti e poi del Presidente Campedelli non ci ho pensato due volte e ho colto subito l'occasione. Ho tanta voglia di mettermi in gioco, a maggior ragione in una squadra che lotta per la salvezza come il Cesena. Sono un centrocampista e riesco a esprimermi al meglio da mezz'ala nel centrocampo a tre. Del Cesena conosco Bogdani dai tempi del Chievo che mi ha spiegato che questa è una piazza tranquilla che ti permette di lavorare e quindi non ho mai avuto dubbi sulla scelta. Ho visto uno stadio sempre pieno e questo penso sia importante. Mi sento pronto a giocare fin da subito, ovviamente mettendomi a disposizione del mister. Mi auguro di poter tornare sui miei livelli abituali e contribuire alla salvezza di questa squadra. Ho scelto il 24 perchè seguo il basket NBA e sono un fan di Kobe Bryant, spero che mi porti fortuna."

Lorenzo Minotti fa il punto sull'asse Cesena Napoli.
"Giaccherini? Il Napoli non ha mai richiesto il calciatore. Con Bigon ho un buon rapporto, ma non abbiamo avuto nessun contatto in merito a Giaccherini. E’ una cosa che mi giunge nuova all’orecchio. Blasi? E' un giocatore che conosco bene, ma vuole restare a Napoli e dimostrerà il suo valore in una piazza importante come quella partenopea."

Condividi

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha