Con un comunicato ufficiale attraverso il proprio sito online, la società del Cesena calcio fa le proprie scuse a Zaccardo per quanto riguarda la sua vicenda dovuta all'allontamento della sua famiglia durante la fine del primo tempo.

RISULTATO FINALE: CESENA 1 - PARMA 1

Bogdani e Zaccardo sono i marcatori di CESENA Parma 1-1 al Manuzzi. Dopo la sosta per la Nazionale maggiore, si torna a giocare in casa e un pareggio risolleva il morale dopo le brutte tre sconfitte consecutive e tutte le polemiche legate al caso. L'atmosfera è congelata: pioggerellina e vento che si insuano sino alle ossa paralizzano anche il tifo. Al 7' prima occasione del Parma: punizione di Bojinov, Antonioli esce male (un rarissimo errore in due anni!), la palla impatta su Parolo e carambola vicino la porta ma fortunamente nessuno insacca. Risposta bianconera al 16': Gobbi vuole effettuarre un passaggio a Mirante ma Giaccherini entra dentro e spara una botta di destro: Mirante si salva in corner. Sul corner il gol del CESENA: Bogdani tutto solo stacca di testa!! Al 28' pareggio del Parma: cross di Valiani, dopo l'angolo, stacco di Zaccardo che incrocia sul palo lontano con un pallonetto fortunoso, però disattento Antonioli e tutta la retroguardia bianconera. Al 42' rigore dubbio non concesso a Benalouane: stacco con Zaccardo che lo spinge vistosamente ma Morganti non da il penalty. Tutto il match continua col tira e molla a centrocampo, Parma che costruisce ma spesso non finalizza o effettua errori davanti la porta. Al 77' CESENA va vicinissimo al gol: Antonelli si perde Ceccarelli, che la mette in mezzo, Malonga va a tirare ma Paci ci mette la gamba e salva il risultato! All'81 succede l'incredibile: palla messa in mezzo da Caserta dalla sinistra, Giaccherini spunta dal nulla ma cicca clamorosamente  a pochi passi: sarebbe stato il gol vittoria! La partita si conclude con un punto e si sale a quota 8. Prossimo impegno contro il Chievo Verona.

Commento (By Giunkolo)

Pareggio giusto nell'incontro tra Cesena e Parma. Non bisognava perdere per evitare di precipitare ulteriormente in classifica e soprattutto per il morale della squadra. Serviva una reazione d'orgoglio accompagnata da una buona prestazione di gioco e così è stato: ora i bianconeri hanno raccolto 8 punti in 7 incontri, perfetta media per la salvezza, nostro unico ed impresindibile obiettivo. Gli emiliani invece si ritrovano al penultimo posto con 6 miseri punti, posizione immeritata per una squadra che ha fatto vedere discrete qualità e che come unica pecca ha quella di mostrarsi pericolosa in attacco in poche occasioni.
Ficcadenti schiera la sua squadra con un 4-4-1-1 con Schelotto e Giaccherini esterni altissimi e Jimenez a supporto dell'unica punta Bogdani; dall'altra parte mister Marino pratica il 4-3-3 con Marques e Valiani a macinare chilometri a favore di Bojinov.
La prima vera emozione del match si verifica intorno al quindicesimo minuto quando un retropassaggio mal calibrato da Gobbi lancia Giaccherini che si vede respingere il destro in corner dal bravo portiere gialloblu Mirante. Dall'azione di calcio d'angolo il gol dei bianconeri: Jimenez mette in mezzo per Bogdani che salta più in alto di tutti e di testa insacca alle spalle dell'estremo difensore. Rete forse non meritata per quanto visto fino a quel momento dato che il Parma aveva avuto il pieno controllo del gioco. Buone cose viste sulla fascia sinistra dall'esterno Marques (immarcabile nel corso di tutto il primo tempo) assieme al terzino Antonelli e da Dzemaili intento a svolgere il ruolo di playmaker della squadra.
Dopo dieci minuti arriva il pareggio degli emiliani: sempre da calcio d'angolo riceve l'ex bolognese Valiani che crossa dalla destra trovando Zaccardo che con un pallonetto di testa mette in rete, lasciando Antonioli fermo all'interno dell'area piccola.
Putroppo Jimenez non è ancora al 100% della forma e si vede, Schelotto non riesce ad esprimersi al meglio nonostante la prova incoraggiante vista la settimana passata con la maglia dell'Under 21, Bogdani viene lasciato troppo solo in avanti. Tra le note positive dell'incontro non si può dimenticare la buonissima prova di Appiah a tutto campo, pronto a coprire e a recuperare palloni da un'area all'altra.
Nella ripresa il mister decide di togliere dal campo Jimenez, Schelotto e Bogdani per Caserta, Ighalo e Mimmo Malonga. Cambi azzeccati e che hanno contribuito al Cesena di rendersi pericoloso fino alla fine della partita (da sottolineare la grinta di Fabio Caserta utile sia in fase difensiva e sia in quella offensiva). Marino prova a mescolare le carte inserendo Angelo e l'intramontabile Hernan Crespo ma ciò non servirà per modificare l'andamento dell'incontro.
Caserta prova la conclusione a reta ma Mirante si dimostra uno dei migliori numeri 1 della serie A respingendo il pallone a lato. Anche il neo entrato Ighalo ha la possibilità di segnare ma incespica sulla sfera permettendo ai difensori del Parma di spazzare. Successivamente Giaccherini spreca un'occasione d'oro davanti alla porta emiliana servitagli sempre dall'onnipresente centrocampista ex Palermo: il numero 23 carica male il sinistro e non concretizza una facile opportunità.
Questo punto fa morale e permette ai bianconeri di partire per Verona con la giusta carica per sperare di ottenere almeno un pareggio. Ficcadenti è stato bravo a scegliere l'undici titolare e al momento giusto ha modificato l'assetto cercando di arrivare al gol del 2 a 1. Se son rose fioriranno.

PAGELLONE (by Giunkolo)

Antonioli 5.5 Non ha molte occasioni per mettersi in mostra ma sul gol di Zaccardo non accenna nemmeno l'uscita. Primo errore di un inizio di stagione più che positivo per il 41enne portierone romagnolo.
Ceccarelli 6.5 Il numero 77 non ha vita facile visto che sulla sua fascia di competenza si ritrova Antonelli e il bravo Marques. Nel secondo tempo i due rivali si ammosciano assieme al resto della squadra e Cecca ha più spazio per giocare.
Benalouane 6.5 Non parte benissimo e in alcune occasione perde di vista gli attacanti emiliani. Ha modo di risalire la china col passare dei minuti con qualche scivolata importante e buon senso della posizione.
Von Bergen 7 Buone cose viste dallo svizzero, marca salta spazza. Fa quello che serve senza sforzo.
Nagatomo 6.5 Il giapponese chiude da esterno altissimo visto che Marino ha deciso di abbassare i suoi uomini. Non smette mai di correre e chiude bene dalle parti di Antonioli.
Appiah 7 A molti tifosi non piace ma non si possono dimenticare le sue chiusure difensive. Non tira mai indietro la gamba e il capitano (solo per questo incontro) dona sicurezza in mezzo al campo.
Parolo 6 Prima parte di partita anonima, cresce di intensità assieme ai compagni. Non cerca la conclusione a rete ma oggi il suo compito era tenere a bada i vari Dzemaili e Morrone.
Schelotto 5 Bravo giocatore e tutti lo sappiamo. Tuttavia fa poco per la squadra e non sembra avere lo smalto dei giorni migliori. Si rifarà e noi siamo qui a fare il tifo per lui.
Jimenez 6 Pregevole il pallone servito a Bogdani per il momentaneo vantaggio, per il resto qualche controllo pregevole e nulla più. Non è al meglio e Ficcadenti quando ha terminato la benzina.
Giaccherini 6 Giostra sulla sinistra passando in varie occasioni col pallone tra i piedi per il campo. Bravo Mirante sulla conclusione del primo tempo, il 23 invece si calcia sui piedi nel secondo tempo: nonostante questo buona prestazione.
Bogdani 6.5 Bel gol realizzato dalla torre albanese, saltando sopra la difesa gialloblu. Deve fare solo quello e lo sta facendo bene, a patto che i compagni lo servano adeguatamente. Putroppo viene lasciato solo troppe volte durante il match.
Caserta 6.5 Entra e sembra essere parte di questa squadra da anni. Pericoloso anche in attacco quando Mirante para il suo tentativo a rete. Colucci & C. hanno un degno sostituto.
Malonga e Ighalo 5.5 Voto comune per una prestazione simile. Ambedue i colored romagnoli cercano di mettersi al servizio dell squadra con modesti risultati. Il ghanese manca l'appuntamento col primo gol in Romagna. Avranno tempo per rifarsi

Ficcadenti 6.5 (non più 6!!!!) Le critiche piovutegli addosso in questi 15 giorni lo hanno forse caricato e un'indicazione si può ritrovare nel cambio di modulo. L'esordio da titolare di Jimenez è avvenuto ma lo sostituisce appena vede il cileno spento. Inserisce Caserta permettendo al Cesena di rendersi pericoloso fino al termine. Tutti i tifosi che nel post trasferta in terra friuliana (me compreso) hanno rimarcato lo scarso impegno e la mancanza di idee di gioco hanno avuto la possibilità di ricredersi.

Curva Mare 6.5 Buona prova nonostante il freddo, si esalta sul gol e continua bene per il resto della partita. Servirebbe maggior aiuto da tutti i settori ma questo passa il convento...

Ferrovia s.v. Ci sono (non tanti tra l'altro) ed esultano sul gol. Stop.

Boys Parma 6.5 Da onorare riguardo allo striscione in memoria di Edmeo Lugaresi. Si mettono dietro allo striscione ed animano il settorino.

Tifosi (tesserati e non, curva gradinata tribuna o al bar poco importa) Ci stanno le critiche dopo Udine poiché era impossibile vedere parlare bene di una prova al limite del decente. Non condivido assolutamento coloro che terminata la partita si lamentano dicendo: oggi bisognava vincere, il Parma è penultimo, giochiamo bene solo col caldo, Bogdani dopo il gol non fatto nulla. Consiglio personale: se volete vedere delle vittorie andate a vedere l'Inter o il Milan oppure seguite la pallacanestro (lo dico per esperienza personale) dove il pareggio non esiste. Siamo il Cesena, neo promossi e con pochi soldi da spendere, importanza a livello di "palazzo" pari a 0: non lamentiamoci troppo, c'è gente che sta peggio.

Le interviste.

Massimo Ficcadenti
"Avevamo previsto che quella contro il Parma sarebbe stata una partita molto difficile quindi sono contento del gioco espresso dalla mia squadra. All'inizio abbiamo un pò sofferto ma dopo il gol le cose sono andate meglio anche se qualcosa abbiamo rischiato; il Parma ha trovato il pareggio in una situazione casuale perchè forse Zaccardo voleva rimettere la palla in mezzo ed invece è uscito un gol incredibile. Da quel momento la partita è stata molto aperta sopratutto nel secondo tempo, sia nella fase iniziale che in quella finale; noi abbiamo avuto alcune buone occasioni fra le quali una clamorosa con Giaccherini. Sono contento perchè siamo spesso entrati in area di rigore mettendo in difficoltà il Parma che oggi ha dimostrato grandi qualità e che in questo momento ha una classifica bugiarda. Tutto sommato un punto va bene perchè la squadra ha sempre lottato rendendosi pericolosa in più occasioni come abbiamo fatto nelle prime partite di campionato. Sono contento perchè ho visto una squadra in crescita, ora dobbiamo ritrovare quella convinzione che ci permette di macinare gioco, fare girare palla e creare occasioni importanti. La classifica è molto corta, siamo tutte lì e da questo punto dobbiamo ripartire".
In risposta a Marino (dell'intervista sotto riportata).
"Marino fa il suo lavoro, tutti noi allenatori cerchiamo sempre di tirare acqua al nostro mulino. La partita va vista nei novanta minuti e se andiamo a vedere le occasioni il loro portiere ha fatto due miracoli ed abbiamo sbagliato due gol ad un metro dalla porta con Giaccherini e Ighalo. Loro hanno avuto qualche occasione importante ma se la partita la si valuta nei novanta minuti non credo che Marino possa dire di aver meritato di vincere. La partita è stata molto aperta, noi abbiamo tirato molte volte in porta rendendoci pericolosi. Con Marino siamo buoni amici e lo conosco da tempo, mi ricordo che una volta a Verona abbiamo vinto 5 a 3 e lui diceva “abbiamo avuto la partita in mano”, se prendi 5 gol la partita in mano non ce l’hai avuta. Lo dico in maniera simpatica perché so che lui è in una situazione simile alla mia e so che quando sei in basso in classifica ci sono molte tensioni e pressioni".

Pasquale Marino
"Dal primo minuto il Parma ha cercato di fare la partita, il Cesena ha sfruttato l'unica opportunità che ha avuto ma la partita l'ha fatta sempre il Parma. Nel secondo tempo il Cesena ha avuto qualche occasione solo nel finale ma noi abbiamo sempre tenuto in mano la partita mostrando un buon gioco che nelle ultime partite era un pò mancato. Non era facile affrontare questa partita perchè venivamo da un momento difficile ma i mie ragazzi hanno sempre tenuto il possesso palla giocando a tratti in velocità e mostrando giocate importanti, peccato che non siamo riusciti a concretizzare tutto quello che abbiamo creato. In questo momento dobbiamo mettere in campo i giocatori che sono più in forma come ad esempio Valiani che ha fatto una grande prestazione ed ha avuto una grandissima opportunità per segnare. Sono molto contento della prestazione della squadra e un pò meno del risultato perchè sicuramente potevamo vincere dato che abbiamo tenuto sempre il pallino del gioco. Adesso ci attendono due partite inb casa che costituiscono un'occasione importante per fare i punti che fino ad ora ci sono mancati. Nelle partite che abbiamo perso: Catania, Milan e Fiorentina,al di la della prestazione più o meno positiva ci sono stati degli episodi che ci hanno sfavorito; oggi Morganti ha arbitrato molto bene ed è arrivato un buon risultato anche se ci manca ancora qualche punto".


Conferenza stampa di Christian Zaccardo


Intervista Erjon Bogdani


Intervista Luis Jimenez (commenti di Simone Confalone e Dionigi)


Intervista Luca Ceccarelli (commento di Simone Confalone)

Condividi

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha