BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

domenica 10 aprile 2011

VIDEO 32° giornata SERIE A 2010/2011 - Palermo 2 - Cesena 2



Pagelle e moviola della Gazzetta dello Sport QUI.

RISULTATO FINALE: PALERMO 2 - CESENA 2

Palermo CESENA 2-2. Al Barbera di Palermo scende un CESENA motivato e nel match caldo, sia per l'atmosfera che per la temperautra succede proprio di tutto. Essendo impossibilitati di non accedere alla trasferta, facciamo il solito resoconto via web! Palermo subito padrone del campo ed in avanti nei primi 20 minuti in cui trova il vantaggio del giovanissimo Kurtic al 5': Acquah apre sulla destra, Cassani si appoggia poi per vie centrali su Liverali che, con un bel esterno, libera Balzaretti. Il controllo è perfetto e serve in mezzo l'assist per Kurtic che insacca con Antonioli inerme. Grosse responsabilità della difesa bianconera. Felipe putroppo si infortunia ed esce subito. Entra Pellegrino. Ancora Palermo al 19': azione solitaria di Miccoli e col tiro di destro non trova la rete per una deviazione in angolo. Esce fuori finalmente il CESENA con Marco Parolo al 20': il suo sinistro va a fin di palo, ennesimo corner per il CESENA (in precedenza due consecutivi). Continuano le scorribande del CESENA: Giaccherini riesce a mettere in condizione Malonga di siglare l'1-1 ma il francese spreca tutto (28'). Iniziano ora gli episodi dubbi: rigore reclamato dallo stesso Dominique Malonga che al 30' viene colpito leggermente, il contatto quindi c'è, da Liverani in piena area di rigore dopoa verlo saltato. Il francese cade ma l'arbitro lo ammonisce per simulazione (30'). Questa una prima grossa svista che andrà ad incidere nel complesso della gara. Furiose le proteste di Malonga, Colucci e Jimenez. Al 35' rovescio della medaglia: cross dalla destra di Cassani che imbecca un Pinilla a 2 metri d'altezza, Pellegrino imabrazzante, colpice a botta sicura ma il Super Antonioli respinge in controtempo con una manata in corner. Sull'angolo trova il doppio vantaggio proprio il bomber Pinilla, cileno come Jimenez: tiro in porta di Balzaretti dopo il calcio d'angolo, posizione regolare di Pinilla che, defilato sulla destra, è bravo a insaccare il suo sesto gol in campionato! Questa volta responsabilità anche di Colucci nel rientro dalla posizione sul palo e fuorigioco reso vano. In ogni caso i centrali e Santon fuori posizione. Al 48', nei minuti di recupero Luis Antonio Jimenez effettua uno slalom degno dei birilli a Villa Silvia e ne salta ben 5, entra in area e viene atterrato con una sforbiciata da Goian. Perruzzo nuovamente fa cenno di alzarsi senza ammonire il cileno. Incredibile RIGORE NEGATO: la palla viene sì presa ma ovviamente con la sforcibiata a chiudere le gambe. Errore incredibile, un altro rigore (questo molto più evidente in confronto dell'altro e anche da attribuire!!!) negato. Si accende così la contestazione, anche i panchinari arrivano al fischio di fine primo tempo sull'arbitro che fa i cenni di andare negli spogliatoi. Parolo, Jimenez, Caserta e Colucci incazzati neri. Si rientra in campo col morale a terra ma il CESENA prova nella diperata rincorsa al pari (54'): Giaccherini ci prova al volo ed ottima risposta di Sirigu! Bella azione del CESENA con Jimenez che si trascina sempre molto uomini con una serie di dribblig e poi mette la palla in mezzo per Giaccherini che stoppa e conclude al volo di sinistro.. Ancora Malonga al 59': Santon lo serve perfettamente all'altezza del rigore, stop non giusto e tiro maldestro di punta fuori a lato. Ancora una grossa occasione mancata! Pinilla al 67' ci prova ancora di testa: Antonioli la fa sua, su crossi di Nocerino. Nell'ultimo quarto inizia il vero caos: Von Bergen viene espulso (74') in via diretta per un brutto fallo su Hernandez, ma c'è da dire che prima un fallo su Parolo e poi su Rosina non sono stati fischiati, quindi questa azione non si sarebbe mai dovuta giocare. Peruzzo ancora uan volta inguardabile ed amministra a senso unico. Nella confusione al 75' anche Paolo Sammarco, in panchina con la pettorina gialla di rito, viene allontanato col rosso diretto per eventualmente qualche parola di troppo. Dopo un bel po' di minuti di pausa si riprende (saranno 6 i minuti del recupero!) con la punizione di Bovo che è centrale ed Antonioli non ha problemi. Al 92' incredibile gol di Parolo che accorcia le distanze: palla ribattuta della difesa, tutti si dimenticano di Parolo che ha tutto lo spazio per insaccare il suo quinto centro stagionale! Al 96' tutti su nell'ultimo minuto ed Emanuele Giaccherini si trova in otitma posizione dopo il lancio lungo dalla difesa e calcia in RETE! Palla che rimbalza pericolosamente al limite dell'area rosanero, Parolo di testa, poi la tocca Lauro che smarca Giaccherini che di piattone destro insacca a fil di palo! Pareggio in 10 in poco meno di 10 minuti!!! Parte una rissa, non a mani, ma a parole, Calderoni espulso e Liverani che gli brucia il culo!! Miccoli, Pinilla, Liverani infuriati con Calderoni che al gol si è precipitato verso la panchina del Palermo!

Commento (by Giunkolo)

Nessun commento per questo turno, la rimonta lo ha lasciato senza parole!

PAGELLONE (by Giunkolo)

Antonioli 6,5: non può fare nulla sui due gol subiti, aumenta il voto di giornata con la parata da campione sul tiro di Pinilla. Troppe falle in difesa, le colpe di San Francesco sono infime. COPERTA
Santon 5,5: sulla prima rete rosanero vaga in mezzo all’area tanto che deve essere Malonga a coprire la sua zona. Sarà un giocatore da nazionale ma troppe volte non è attento sulla posizione in campo. CRISI ADOLESCENZIALE
Von Bergen 6: Felipe prima e Pellegrino poi gli lasciano compiti difficili, deve sempre rimediare agli errori dei compagni di reparto. Ok, l’espulsione ci poteva stare ma Pinilla ha saltato per accentuare il fallo. Peruzzo abbocca e Steve esce dal campo. ESCA PER PESCI
Felipe sv: resta in campo pochi minuti ma partecipa attivamente al primo gol degli avversari: Kurtic appoggia troppo facilmente. Si fa male evitando una probabile prestazione negativa. BOTTA E VIA
Lauro 6: Cassani non ha la stessa vita facile di Balzaretti, il nostro Maurizio è un osso duro. Nel primo tempo molte azioni partono dalla sinistra. In generale è forse il miglior del reparto arretrato. DIE HARD
Caserta 5,5: lo si vede poco nel match e non ripete lo spezzone positivo di sette giorni fa; Ficcadenti giustamente lo toglie per aumentare la spinta in attacco. Ammonito, salterà il Bari. TIMIDONE
Colucci 6: non perde la testa nonostante il doppio svantaggio. Smista bene la sfera e guida i suoi all’insperato pareggio. Domenica mancheranno Caserta e Sammarco, prevista doppia fatica ma il capitano saprà farsi trovare pronto. TOM TOM
Parolo 6,5: prestazione al di sotto del 6 fino al 90’; trova il gol più insperato degli ultimi 15 anni e riaccende le speranze per un pareggio bianconero. Quota 5 gol raggiunta, Bogdani è distante una lunghezza… ZONA CESARINI
Giaccherini 6,5: stesso discorso di Parolo, aumenta il voto di un punto abbondante con la rete del pareggio al 51’ ed un finale di partita in crescendo. Anche oggi salta poche volte il difensore ma riesce a servire buoni cross in area. Sirigu compie un mezzo miracolo su una sua girata di sinistro. Se giocasse così per novanta minuti sarebbe da azzurro. Per colpa sua ho perso cinque anni vita… INFARTO
Malonga 5: si sacrifica e non è poco. Pronto in attacco così come è tempestivo a tornare per coprire. Il problema è il gol: è ora di sbloccarsi. Sbaglia un gol già fatto nel primo tempo e si spegne pian piano. Anche Ficca vede giusto e lo toglie per Bogdani. NO GOL NO PARTY
Jimenez 6: tante le botte prese da Luis sulle quali Peruzzo sorvola e chiude un occhio. Il cileno non molla e cerca costantemente la giocata. Qualche acciacco lo limita ma nessuno può lamentarsi di come sta giocando ultimamente. ANTINFIAMMATORIO
Pellegrino 5,5: entra e dimentica Pinilla in area piccola. Una volta espulso il compagno Von Bergen gioca da unico centrale di difesa chiudendo bene sulle transizioni siciliane. Domenica sarà lui la guida davanti ad Antonioli. MURO A META’
Rosina 6,5: con il pallone fa ciò che vuole e i palermitani usano maniere cattive per limitarlo. Perché non parte mai titolare? FENOMENO PART-TIME
Bogdani 6: non sbaglia nulla, utile per le palle alte sparate negli ultimi minuti. Goian e Bovo vanno spesso in bambola dopo il suo ingresso in campo. Gli manca il gol ma per oggi basta e avanza. BARBARO

Ficcadenti 6,5: non sconvolge la squadra nonostante il doppio svantaggio, deve rivedere la fisionomia della squadra in seguito al’espulsione di Von Bergen. Ancora una volta non sbaglia i cambi e rischia lasciando la difesa a 3 nel finale. Finalmente lo abbiamo visto sbraitare per i torti arbitrali ed esultare dopo le reti dei suoi allievi. Non sarà Carlo Mazzone ma la tempra è quella giusta.

Curva Palermo 6,5 Calorosa come le altre tipiche tifoserie del Sud, non si fa certo attendere. Il rosa delle bandiere e striscioni è presente, voce sempre alta, anche di contestazione visto il brutto periodo che passano Una buona presenza sugli spalti incentivata anche dal buon meteo. Da apprezzare i cori a sostegno del legame tra Cesena e Palermo, brutti invece i fischi delle altre parti dello stadio. In ogni caso rimane una buona amicizia.

Curva Mare 6 Di più certo non si poteva fare. La trasferta siciliana è accessibile solo a pochi ma buoni. Buon lavoro anche del Coordinamento che porta supporters dovunque. Gli ultras fanno il massimo anche con coreografie di bandierine colorate durante il match.

In via esclusa i nostri amici da Palermo ci inviano le loro pagelle. GRAZIE PER LA COLLABORAZIONE!

Sirigu 5; in tutta la partita tocca due palloni, il primo facendo una buona parata, il secondo sbagliando l'uscita dopo un calcio d'angolo e Parolo accorcia le distanze.
Cassani 5,5; nella parte offensiva è uno dei migliori, spinge e crossa, ma in difesa non è il top. 
Goian 5,5; tutti i palloni alti sono per lui, ma come gli altri difensori non è il top. 
Bovo 5; si contente il posto di peggiore in campo con Sirigu. Nell'azione del pari del Cesena lui ha grosse responsabilità, colpendo il pallone con la mano e non andandoci con il corpo. 
Balzaretti 7; il migliore in campo, due assist per i due goal rosa nero e una partita quasi perfetta.
Acquah 6.5; un ragazzino che sta facendo vedere ottime qualità, velocità e forza sono i suoi pezzi forti, complimenti.
Liverani 6; dopo parecchio tempo ritorna in campo da titolare, sul primo goal rosa c'è il suo zampino per l'ottimo passaggio a liberare Balzaretti, che dire, un'arma in più.
(26' st Bacinovic 5); gioca pochi minuti, ma il tempo di procurarsi un cartellino giallo lo trova.
Nocerino 5.5; non è una delle sue migliori partite, sbaglia molto e anche dei passaggi troppo facili per il suo livello, sembra già che pensi altrove.
Kurtic 6; prima da titolare in campionato e primo goal per lui. La sua rete porta il vantaggio il Palermo. Gioca per tutti i 90 minuti sbagliando qualcosa, anche un goal.
Miccoli 6; non è al top della forma, non giocava da tanto, oggi però ha fatto vedere delle buone cose, manca il goal.
(15' st Hernandez 5); qualche scatto e qualche tripling, ma niente di speciale.
Pinilla 6,5; ci mette il cuore in ogni partita, va vicino al goal e l'azione dopo segna. Si prende calcio da destra e sinistra ed è lui a far mandare fuori il difensore del Cesena.
(46' st Darmian sv); pochi minuti per lui.

All.Rossi 5,5; qualcosa è cambiato e si è visto, però ancora c'è da lavorare e forse qualche cambio di troppo!

Nel video l'intervista di Fabio Liverani che commenta in maniera tutta sua l'episodio con Alex Caledoroni dopo il gol di Emanuele Giaccherini valido per il pareggio del Cesena. Marco Parolo chiede scusa da parte di tutti.

Le interviste post partita.

Delio Rossi
"Ci dispiace davvero tanto che cinque minuti sfortunati abbiano vanificato i nostri sforzi. Non vorrei che il risultato facesse parlare soltanto dei due gol presi nel finale il risultato non ha niente a che fare con quanto si era visto per 92'. Ho visto tante cose positive, soprattutto la voglia di lottare e di essere una squadra da parte dei miei ragazzi. Acquah e Kurtic avevano fatto un'ottima partita, il reparto avanzato ha giocato per la squadra. Miccoli ha fatto una prova da campione quale è e Pinilla ha lottato per tutta la sfida trovando anche il gol. Mi rendo conto che dopo la partita di oggi siano molto delusi, ma chiedo ai nostri tifosi di starci vicino per superare questa fase non semplice. Abbiamo bisogno di unità in un momento così."

Massimo Ficcadenti
"E’ stata una partita vera. Il Palermo è entrato in campo forte, sono andati subito in vantaggio, venivano dalla sconfitta nel Derby. Noi però ci abbiamo creduto, anche in inferiorità numerica e siamo stati bravi ad avere questa fiducia. L’arbitro? Credo che ci voglia da parte di tutti un po’ di serenità. Gli episodi sono oggettivi, ma nella testa del giocatore può scattare qualcosa. Sono episodi non belli ma può capitare. Il contatto c’è stato, ma se l’arbitro non lo vede non ci possiamo fare niente.
Penso ci fosse rigore su Malonga ma anche che l'espulsione di Von Bergen fosse giusta. E' stata una partita complicata sotto l'aspetto della terna arbitrale.
Ci sta, abbiamo sbagliato un po' tutti, noi a provocare, scaricando un po' di rabbia accumulata, loro a reagire. Pagheremo, abbiamo perso 4 uomini per squalifica ma preferisco sottolineare il bello spettacolo fatto vedere sul campo dalle due squadre."

Fabio Liverani
"Non capisco questa reazione. Calderoni si è alzato e ha detto delle parole poco simpatiche all’altezza della nostra panchina. Evidentemente chi gioca poco a questi livelli non sa esprimere nel modo giusto la propria gioia per un pareggio effettivamente importante. A me sono successe tante cose strane, dicevano che non potessi più giocare..."

Marco Parolo
"Avere pareggiato contro il Palermo e per come si era messa la gara è una gioia immensa, anche alla luce dei risultati delle altre squadre che lottano per non retrocedere. Per adesso penso solo al Cesena e non voglio essere informato su questo argomento come ho chiesto. Palermo è una piazza importante, come potrei dire di no?"

Jasmin Kurtic
"Sono molto felice per il mio goal, ma non riesco a capacitarmi di come abbiamo potuto non vincere una partita del genere. Rossi è uno dei migliori allenatori d'Europa, su questo non ci sono dubbi. E' importante avere un tecnico del genere che riesce a impostare il lavoro sui giovani. Cosmi ha detto che noi sloveni eravamo un gruppo a sè stante? Non mi interessano le sue parole, non è più il nostro allenatore."

2 commenti:

  1. Da tifoso palermitano faccio i complimenti al Cesena per averci creduto fino alla fine. Le due tifoserie si sono comportate bene e sono state anche molto unite e questo fa molto piacere. L'episodio della rissa è stato veramente orribile, perché dopo quello che si era visto sugli sparti non serviva proprio!

    RispondiElimina
  2. concordo pienamente con questo commento! :) in ogni caso il palermo saprà rialzare la testa e conquisterò le posizioni di classifica che merita!

    RispondiElimina

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti