BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio

mercoledì 8 giugno 2011

News Ac Cesena 08-06-2011



Oggi presentazione del nuovo tecnico del Cesena Marco Giampaolo.
"Sono venuto a Cesena dopo una nottata passata col Presidente Campedelli a discutere sul progetto. Ci siamo trovati d'accordo e non ho accettato la proposta della Roma anche perchè han scelto Luis Enrique. Qui la situazione è diversa rispetto a Catania e Cagliari, piuttosto rivivo la situazione di Ascoli dove la squadra è da rifondare, le probabili partenze di Giaccherini e Parolo porteranno via elementi importanti. Sono due giocatori fondamentali e non vorrei privarmene, la società lo sa bene. Foggia se verrà sarà un ottimo rinforzo, Jimenez purtroppo ha sfruttato l'articolo 17. Invece dall'Inter Caldirola è un giovane interessante, dipende se lui ed altri come Coutinho vogliono sbarcare in Romagna. Il modulo negli ultimi anni l'ho sempre cambiato, il Cesena avrà il suo. Ora diamo spazio alla costruzione della squadra e poi al lavoro sul campo."

Notizie calciomercato. E' tornato vivo il nome di Francesco Tavano, attaccante in scadenza con il Livorno: il Cesena ha chiesto informazioni ai toscani per la punta ex Valencia.
Come annunciato anche nella giornata di ieri, Cristiano Biraghi (terzino mancino e nazionale under 18) e Marko Livaja (attaccante croato lo scorso anno a Lugano) potrebbero arrivare in Romagna come parziale contropartita per il riscatto di Yuto Nagatomo (6,5 milioni circa il corrispettivo ecomomico) da parte dell'Inter. Nel'ambito di questa trattativa il Cesena avrebbe chiesto in prestito il fantasista brasiliano Philippe Coutinho.
I nerazzurri sono interessati anche ad acquistare anche il centrocampista Marco Parolo. Il giocatore è in comproprietà tra i romagnoli e il Chievo e per questo Campedelli ha intenzione di acquistare l'intero cartellino per poi venderlo ad altre squadre di serie A. Anche il Napoli ed il Genoa vogliono acquistare Parolo: proprio con i liguri è arrivato l'accordo per il prestito con diritto di riscatto dell'attaccante Rennella (l'anno passato al Grasshoppers). Il Cesena avrebbe chiesto sempre a Preziosi la giovane punta Mattia Destro.
Il direttore della Roma Sabatini avrebbe chiesto alla dirigenza bianconera Emanuele Giaccherini. La richiesta economica da parte del Cesena è di 5 milioni di euro; non è escluso che la Roma possa mettere sul piatto della bilancia qualche giovane interessante. Sul giocatore di Talla resta sempre l'interessamento del Napoli che ha necessità di acquistare un giocatore offensivo.
Maurizio Domizzi, difensore del'Udinese, è nella lista della spesa di alcune società di serie A. Oltre al Cesena anche Parma e Siena sono interessate all'ex giocatore del Napoli; tuttavia è destinato a restare in Friuli sove Giudolin ha grande stima di lui.

Ormai prossimo alle nozze, Emanuele Giaccherini non si sottrae per una intervista per parlare del suo passato e dell'imminente futuro.
Giaccherini, come procedono i preparativi per le nozze di sabato?
“Bene, bene. Ormai è tutto pronto”.
Lei ha appena compiuto 26 anni: poteva aspettare ancora un po’ prima di infilarsi l’anello al dito...
“Macché, va benissimo così. Ho trovato la donna giusta, inutile aspettare”.
Sabato prossimo la chiesa di Sant’Angelo di Gatteo si colorerà di bianco e nero.
“Lo penso anch’io. Anche se, purtroppo, molti miei compagni di squadra non potranno venire al matrimonio”.
Perché?
“Tra gente in vacanza e gente via con la Nazionale, i forfait saranno parecchi. Peccato...”.
Chi sarà presente di sicuro?
“Antonioli, Parolo e Ceccarelli. Poi vediamo...”.
Viaggio di nozze?
“Non faremo grandi cose, anche perché Dania, la mia futura moglie, è incinta di cinque mesi”.
Meta prescelta?
“Cominceremo con due settimane a Rodi. Poi ci rilasseremo fra S. Angelo e Talla”.
Ma come? Lei va in vacanza proprio ora che comincia a surriscaldarsi il calcio mercato?
“Sì, me le merito queste vacanze. E, almeno in viaggio di nozze, il telefonino lo terrò spento. Tanto c’è già chi sa cosa fare…”.
I suoi agenti Valcareggi e Marinelli.
“Proprio loro. Al mercato ci penseranno loro. Io adesso voglio solo staccare un po’ la spina”.
Prima di sposarsi dovrà però dirci qualcosa sul suo futuro...
“E’ ancora tutto da scrivere, ve lo giuro. Per adesso diverse squadre hanno chiesto informazioni. Ma di concreto non c’è ancora nulla”.
Il Cesena le ha proposto di prolungare il suo contratto, non è così?
“Proprio così. Dal 30 giugno 2012 al 30 giugno 2013”.
Come mai non ha ancora accettato la proposta?
“Voglio aspettare ancora un po’ di tempo, non voglio prendere decisioni affrettate. Ci sto pensando...”.
Lei non si sbilancia, rimane sul vago. La sensazione diffusa, però, è quella che il suo futuro sia lontano dalla Romagna.
“Sono ben consapevole chele probabilità di andare via sono maggiori di quelle di restare. Però...”.
Però?
“Ricordatevi sempre che io sono ancora legato contrattualmente al Cesena. Quindi se loro mi vogliono tenere c’è poco da dire”.
I tifosi bianconeri pagherebbe di tasca loro per vederla ancora esibirsi con addosso i colori bianconeri.
“A Cesena sto bene, benissimo. Mettetevi in testa una cosa: non mi dispiacerebbe affatto restare. Certo che se arrivasse l’offerta giusta...”.
Del tipo?
“Del tipo un’offerta a cui non puoi dire di no. Un’offerta che può permettermi di continuare il mio percorso di crescita, di fare un’ulteriore saltino verso l’alto”.
Cambiare tanto per cambiare non avrebbe senso.
“Proprio così”.
E se Bisoli la chiamasse a Bologna?
“Stravedo per Bisoli, è stato lui a lanciarmi. Però al Bologna non andrei di certo. La farei troppo grossa...”.
A proposito di Bologna: se le diciamo questa data, 23 aprile 2011, le viene in mente qualche cosa?
“Come no, la vittoria nel derby. Partita indimenticabile. Per la classifica, ma non solo. Sappiamo tutti quanto vale quella partita per i tifosi”.
E’ quella la giornata più bella vissuta nel campionato che ci siamo appena messi alle spalle?
“A livello di squadra, sì. A livello personale dico invece Cesena-Milan 2-0. Quel mio gol, il primo in serie A, mi fa ancora emozionare...”.
Per lei si è appena chiusa una stagione da urlo.
“Il mio bilancio non può che essere positivo. Volevo dimostrare di poterci stare in serie A. Ebbene: missione raggiunta”.
In pieno. Lei però è sempre lo stesso. Nulla è cambiato dai tempi grigi della C2.
“Cerco di rimanere sempre con i piedi per terra, tutto qua”.
Giampaolo ha detto che la vorrebbe nel suo ‘nuovo’ Cesena.
“E questa cosa mi fa un immenso piacere. Vediamo un po’ quello che succede nelle prossime settimane. Ora però fatemi andare che devo mettere ancora a posto tante cosine...”.
Buon matrimonio, allora. E buone vacanze.
“Grazie mille. E un abbraccio a tutti i tifosi bianconeri”.

Davide Biondini ha scelto di trascorrere una vacanza alternativa: un mese in Australia, nella gelida Sydney, ospite del fratello Vincenzo. Da laggiù, quasi sicuramente, conoscerà il suo futuro.
Biondini, è vero che l’anno prossimo non giocherà più nel Cagliari?
"Diciamo che questa è senza dubbio l’estate più importante della mia carriera, perché ho un altro anno di contratto ma per la prima volta non intendo rinnovare e dunque è molto probabile che me ne vada subito."
Due anni fa un suo ritorno a Cesena era impensabile. Oggi lo è ancora?
"No, non escludo nulla: se offerta e progetto fossero buoni, non riuscirei a dire di no al Cesena. In questo momento ho due aspirazioni: fare un ulteriore salto di qualità, magari in un club più importante del Cagliari, oppure trovare una realtà che mi faccia sentire protagonista e importante dal primo all’ultimo giorno."
Sembra l’identikit di Lazio e Cesena, ovvero la squadra che la vuole e quella che lei sogna.
"E’ vero, la Lazio è interessata, ma questo è il periodo delle parole e non dei fatti. Il Cesena non mi ha mai chiamato, però è innegabile che mi piacerebbe tornare a indossare la maglia della mia squadra del cuore."
Quali sono i motivi che eventualmente la spingerebbero verso Cesena?
"Tornerei volentieri perché sono sei anni che prendo un sacco di aerei e mi sono stufato, perché a Cagliari vengono allo stadio in 8.000 e a Cesena in 20.000 e soprattutto perché tifo per il Cesena."
E i motivi che la allontanerebbero?
"Il fatto che non dipende solo da me ma anche dal Cagliari e il fatto che magari al Cesena servirebbe qualche altro anno di consolidamento in serie A."

Il contratto è un problema?
"Non credo, anche se non conosco i parametri del Cesena. Ma se a gennaio avevano preso un giocatore come Adrian Mutu, non credo abbiano problemi a prendere Biondini."
Se avesse 32 anni anziché 28, sarebbe più propenso a un suo ritorno in Romagna?
"L’età non conta niente quando di mezzo c’è il Cesena."
Oggi verrà presentato Giampaolo, che lei conosce molto bene. E’ l’uomo giusto per ricominciare?
"Sì, perché a Cesena si lavora con un gruppo sano e la passione della gente è contagiosa. E Giampaolo, con un gruppo giovane e un progetto serio, è l’allenatore ideale."
Due stagioni insieme a Cagliari: che tipo di allenatore è?
"Non ho mai avuto un allenatore così bravo a livello tattico. Per lui è fondamentale l’ordine in campo e la cura dei particolari diventa maniacale. In ritiro, ad esempio, passavamo interi pomeriggi a provare gli schemi e dopo un paio di mesi giocavamo praticamente ad occhi chiusi."
Lei conosce perfettamente l’ambiente cesenate, che a parità di vittorie è rimasto estasiato da Bisoli e ha annusato con sospetto Ficcadenti. Giampaolo come lo vede?
"Giampaolo è un uomo sincero e semplice, non è un trascinatore di folle come Bisoli, però fa divertire e ama il dialogo. E quindi vedrete che piacerà moltissimo anche alla gente."

Un articolo della Gazzetta dello Sport odierna è totalmente dedicato a Luca Ceccarelli che in questi giorni sta trascorrende le vacanze a Milano Marittima in compagnia di tre amici calciatori. Ferie low cost per il prodotto del vivaio cesenate, con tanto divertimento in spiaggia o nei locali della cittadina adriatica, partite di Scala 40 e tre volte alla settimana corsa o palestra per mantenersi in forma. Tutte cose semplici per il terzino bianconero che ha la testa a posto a differenza di alcuni suoi colleghi. Idee chiare per quanto riguarda il futuro in Romagna: "La A me la sono conquistata e non la cedo".

Il tema caldo del calcio italiano riguarda lo scandalo del calcio scommesse: non vi sono dubbi sui nomi dei "boss" di questa cricca e sui tesserati di alcune società che hanno aggiustato o scommesso sul'esito di partite di campionato. Come spesso capita i giornali hanno bisogno di buttare nel calderone personaggi importanti quali De Rossi o Bobo Vieri. Oltre a loro è spuntato fuori anche Fiorenzo Treossi che nella giornata di oggi ha replicato sul sito ufficiale dell'A.C. Cesena:
“In merito alle indiscrezioni pubblicate oggi sugli organi di stampa ci tengo a precisare che sono completamente estraneo ai fatti che mi vengono imputati. Non ho nulla da nascondere e sono a disposizione degli inquirenti qualora abbiano bisogno di me. Tra l’altro sono venuto a conoscenza di questa cosa solamente questa mattina leggendo i giornali. Nello stesso modo ho già dato mandato ai miei legali di tutelarmi nelle sedi opportune qualora il mio nome venisse nuovamente abbinato a questa triste vicenda”.
Sul sito bianconero è possibile leggere anche queste righe: "In riferimento alle notizie apparse oggi sugli organi di stampa il Cesena Calcio ribadisce la completa estraneità ai fatti contestati. Abbiamo già dato mandato ai nostri legali per tutelare il buon nome della società nelle sedi più opportune."

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti